Noleggio auto Danimarca

Risparmia tempo e denaro. Confrontiamo le offerte delle compagnie di autonoleggio in Danimarca al posto tuo.

Per poter usare questo sito il tuo computer deve accettare i cookies.

Confrontiamo tutti i fornitori più conosciuti

Autonoleggio Danimarca

EasyTerra Autonoleggio Danimarca è un sito indipendente di comparazione di auto a noleggio. Il nostro sistema confronta i prezzi delle più famose compagnie di autonoleggio dando la possibilità ai nostri clienti di prenotare un'auto a noleggio a un prezzo conveniente.

Recensioni recenti

Valutazione media: 8 di 10 Numero delle recensioni dei clienti: 1
Europcar Aeroporto di Billund
“Uno dei piccoli lussi della vita”

“Ti permette facilmente di vedere dove è più conveniente noleggiare un'auto. L'unico svantaggio sono le opzioni per le assicurazioni. Se uno opta per un'assicurazione senza deducibili, non è interamente libera da deducibili e spesso sono aggiunte spese supplementari dalla compagnia d'autonoleggio sul luogo. ”

10-03-2015 15:21
Europcar Aeroporto di Billund
“Esperienza eccellente con EasyTerra finora. ”

“Ho usato EasyTerra numerose volte per noleggiare auto in Danimarca. Finora ho solo avuto esperienze positive. Pertanto ve la consiglio vivamente. ”

10-03-2015 12:42
Europcar Aeroporto di Copenaghen-Kastrup
“Un buon servizio a buon prezzo”

“Nessuna assurdità; le macchine vanno bene e sono convenienti. ”

06-01-2015 15:54

Informazioni sul luogo: Danimarca

Introduzione

La Danimarca é una nazione ricca di acqua e principalmente circondata dal mare, dove si puó andare in gita in barca e gustare deliziosi piatti a base di pesce. Gli amanti della cultura possono fare visita ai castelli, tenute, musei e a ciò che resta dei giorni dei Vichinghi. La Danimarca è una meta ideale per le vacanze delle famiglie con i bambini. Legoland è il famoso parco a tema che nessuno in visita in Danimarca deve perdersi. Inoltre, ci sono molte spiagge sabbiose ampie e stupende.

Storia

Come la Norvegia e la Svezia, la Danimarca è stata abitata dai Vichinghi dal IX all'XI secolo. I Vichinghi erano famosi per la tendenza a saccheggiare le altre parti dell'Europa. Alla fine del X secolo, i re danesi riuscirono a conquistare la Svezia . La monarchia risultò molto importante per la Danimarca e il re occupava una posizione molto potente. Nel XIII secolo, la nobiltà decise di restringere il potere del re; re Erik V fu costretto a firmare una Carta (questo documento viene visto come la prima costituzione della nazione).

Nel 1397, Danimarca, Svezia e Norvegia vennero unite sotto una sola monarchia: l'Unione di Kalmar. L'unione venne formata dalla regina danese Margareta. Gli Svedesi non erano d'accordo con la centralizzazione del potere in Danimarca. Nel 1532, questo portò allo scioglimento dell'unione. Comunque, la Norvegia continuò a far parte della Danimarca. Nel 1536, Christian III adottò il Luteranesimo come religione ufficiale della Danimarca.

Fin dalla costituzione dell'Unione di Kalmar, la Danimarca fu in continua lotta con la Svezia. Sul campo, gli Svedesi erano più forti ma in mare i Danesi erano invincibili. Sia la Svezia che la Danimarca riuscirono a conquistare grandi terre. Durante il XVIII secolo, la Danimarca entrò in conflitto con gli altri paese dell'Europa. La flotta inglese era molto pericolosa e la Russia scelse di stare dalla parte dell' Inghilterra. La Danimarca venne costretta ad allearsi con i Francesi sotto Napoleone. Dopo la sconfitta di Napoleone, la Danimarca venne severamente punita per aver sostenuto la Francia: dovette rinunciare alla Norvegia e alla Svezia.

La Danimarca non era più una potenza e più tardi dovette rinunciare anche alle sue colonie. Nel 1839, Christian VIII divenne re di Danimarca. Sebbene desiderasse il potere assoluto, il popolo resistette a lungo contro la monarchia. Christian decise così di modificare la costituzione in modo che la Danimarca diventasse gradualmente una democrazia parlamentare. Nel 1848, Frederik VII abolì persino la monarchia assoluta completamente. Dopo di ciò, ci furono molte guerre per il controllo della regione in parte danese in parte tedesca di Schleswig-Holstein. I Danesi persero la Seconda Guerra di Schleswig e dovettero consegnare la regione ai Tedeschi.

Durante la Prima Guerra Mondiale, la Danimarca restò neutrale, cercò di assumere la stessa posizione anche durante la Seconda ma nel 1940 la Germania invase la nazione e la occupò per cinque anni. Alla fine dalla Seconda Guerra Mondiale, la Danimarca divenne un membro delle Nazioni Unite. Nel 1973, divenne anche membro dell'Unione Europea. Nonostante ne sia parte, le relazioni tra la Danimarca e la UE sono complicate. Quando gli altri paesi decisero di adottare l'euro, come moneta nazionale, la Danimarca decise di opporsi.

Società e Cultura

La Danimarca conta 5,5 milioni di abitanti di cui l'85% vive all'interno o intorno alle aree urbani. Il resto vive nelle isole danesi, nella penisola dello Jutland e nelle aree semiautonome della Groenlandia e delle isole Faroe. La densità media di popolazione è 126 persone per chilometro quadrato. C'è solo una piccola percentuale di stranieri in Danimarca, tra cui in particolare Tedeschi e Scandinavi.

Una gran parte di Danesi parla il Danese ma ne esistono diversi dialetti. La Groenlandia e le isole Faroe posseggono le proprie lingue (Groenlandese e Faerörsk). Nel Sud- Jutland, le persone parlano anche Tedesco. Il Danese è legato alle altre lingue scandinave. Molti Danesi parlano oltre al Danese anche Inglese e Tedesco.

La chiesa nazionale in Danimarca è la Chiesa Evangelica-Luterana. Circa l'85% della popolazione vi aderisce. Il resto della popolazione appartiene alla chiesa Romana-Cattolica, protestante, ebraica o musulmana. Nella società moderna danese la religione non ha più un ruolo centrale.

In Danimarca ci sono molte cose che rimandano ai giorni del potere dei Vichinghi nel paese. Ci sono molti musei che mostrano i reperti archeologici. Inoltre, il design danese è famoso in tutto il mondo; esso è caratterizzato da linee semplici e mancanza di dettagli. Gli amanti del teatro si troveranno a loro agio a Copenaghen. Un'attrazione turistica molto nota è il parco a tema Legoland (un mondo in miniatura fatto tutto di Lego nella città di Billund). Molti turisti visitanto anche la stauta del famosto favolista Hans Christian Andersen, conosciuto in tutto il mondo per le bellissime fiabe e racconti.

Situazione politica

La Danimarca è una monarchia costituzionale con a capo la regina Margarethe II. Il potere della regina è limitato. Insieme al parlamento, il Folketing, controlla il potere legislativo. Il parlamento è composto da una sola casa con 179 membri. Quaranta seggi vengono assegnati ai partiti che non hanno raggiunto la soglia elettorale. La Groenlandia e le isole Faroe hanno due seggi. Le elezioni parlamentari hanno luogo ogni quattro anni e tutti i Danesi, uomini e donne, al di sopra dei 18 anni hanno il diritto al voto. Ogni tanto ci sono anche dei referenda.

La regina e i ministri sono responsabili del potere esecutivo e i ministri sono responsabili al parlamento. Il Primo ministro Anders Fogh Rasmussen è l'attuale capo del governo.

In Danimarca ci sono diversi partiti politici. Nessun partito è mai riuscito ad ottenere da solo la maggioranza dei voti. Dal 1945, il Partito Social-Democratico gioca un ruolo importante. Al momento, i social-democratici sono all'opposizione. Il liberali, consevatori ed il Partito Popolare Danese hanno avuto la maggioranza dei voti ed hanno formato una coalizione insieme.

In Danimarca ci sono 275 municipalità divise nelle 14 regioni. Come il parlamento, i governi municipali e provinciali vengono eletti ogni 4 anni. I sindaci vengono eletti dai membri del consiglio cittadino.

Economia

Originariamente molti Danesi vivevano di agricoltura. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, l'industria divenne sempre più importante e oggi l'agricoltura contribuisce per meno del 5% al PIL del paese. I prodotti alimentari più importanti sono lo zucchero, le patate e le rape e molti di questi prodotti vengono esportati negli altri paesi dell'UE.

Oltre ai prodotti agricoli, la Danimarca esporta anche molto pesce. L'industria ittica danese è molto vasta. Altri prodotti di esportazione sono i generi alimentari, prodotti chimici, macchinari e metalli. La Danimarca esporta prodotti nei paesi dell'UE (in particolare in Germania e Svezia) e verso gli Stati Uniti. Di contro la Danimarca importa veicoli, carburante e macchinari. I maggiori paesi da cui importa sono Germania, Svezia e Norvegia.

Negli ultimi anni l'economia danese è cresciuta. Nel 2003, la Danimarca era uno dei dieci paesi più ricchi del mondo. La Danimarca non ha adottato l'euro come moneta nazionale, decidendo invece di mantenere la Corona Danese (DKK). Il livello dei prezzi in Danimarca è circa il 10% più alto rispetto all'Olanda.

Geografia e Clima

Con una superficie di oltre 43.000 chilometri quadrati la Danimarca è il paese più piccolo della Scandinavia. La Danimarca si trova a nord della Germania ed è composta da due parti: la penisola dello Jylland (Jutland) e l'isola di Sjaeland (Seeland). Lo Jutland copre la gran parte della Danimarca e collega il paese al continente europeo. Sjaeland è l'isola più grande della Danimarca dove si trova la capitale della nazione, Copenaghen. La Groenlandia e le isole Faroer, fanno parte del Regno di Danimarca ma sono completamente autonome.

La Danimarca è un paese ricco di acqua e possiede una linea costiera lunghissima di circa 7300 km principalmente grazie alla numerose isole (più di 400!). Le coste danesi sono principalmente sabbiose, con spiagge, dune, dighe e pianure fangose. La Danimarca è bagnata da diversi mari: lo Skagerrak (a nord), il Mare del Nord (ad ovest), il Kattegat), il Sont e il Mare dell'Est (nell'est). Dal momento che la Danimarca confina solamente con la Germania a sud, i confini interni non sono più lunghi di 67 km.

La Danimarca ha un clima marittimo temperato. I venti occidentali garantiscono temperature mediamente moderate. Il clima è influenzato delle temperature del Mare del Nord, il che significa che gli inverni possono essere freddi e le estati sono spesso tiepide e soleggiate. Febbraio è il mese più freddo dell'anno con temperature prossime allo 0; è luglio invece il mese più caldo quando la temperatura media è di circa 17°C. Maggio e giugno sono i mesi in cui piove meno; mentre, agosto, settembre ed ottobre sono i mesi più piovosi. Le minori precipitazioni si hanno sulla penisola dello Jutland.

Traffico ed Infrastrutture

Ci sono molti modi per viaggiare verso e dalla Danimarca. In auto, vi si può arrivare percorrendo la strada più breve attraverso Brema ed Amburgo (Germania). Ci sono anche dei treni da molte città europee verso Copenaghen. Per esempio ci sono treni internazionali da Parigi ed Amsterdam. La Danimarca può essere esplorata anche in autobus.

Una nazione come la Danimarca, così ricca di acqua necessita di servizi marittimi eccellenti. Ci sono diversi ponti che collegano la Danimarca alle altre nazioni. Il ponte più grande collega Falster e Seeland. Le isole di Funen e Seeland sono collegate da un ponte-tunnel di 20 km. E' anche possibile prendere un traghetto per andare dalla Danimarca in Germania, Svezia, Norvegia e Gran Bretagna, Aarhus, Aalborg, Fredericia ed Esbjerg.

Molti turisti visitano la Danimarca in aereo. I due aeroporti internazionali sono Kastrup (l'aeroporto di Copenaghen) e l'Aeroporto di Billund (Jutland). Da Copenaghen ci sono coli verso diversi aeroporti nazionali: l' Aeroporto di Esbjerg, l' Aeroporto di Aalborg, l' Aeroporto di Aarhus, l'Aeroporto di Odense e di Ronne. Le compagnie aeree danesi sono la Maersk Air e la SAS (Scandinavian Airlines).

Le ferrovia sono principalmente statali. La lunghezza totale della rete ferroviaria è qualcosa come 2.644km. I trasporti pubblici sono buoni e spesso è possibile portare la bici in treno. La rete stradale danese è lunga 72.257 km. Solo una parte delle strade è costituita da autostrade (circa 1.660 km). Attualmente, viene riposta molta attenzione nelle infrastrutture in Danimarca.

Fuso orario

La Danimarca segue il fuso orario GMT+1 che rappresenta l'Orario dell'Europa Centrale (CET). L'ora legale viene messa tra aprile ed ottobre cioè l'orologio viene spostato un'ora avanti.

Cibo e bevande

Il cibo in Danimarca è salutare e gustoso. Data la ricchezza di acque, è possibile trovare molti ristoranti che cucinano pesce. L'aringa è una delle specialità della Danimarca ed è disponibile sotto diverse forme (affumicata, marinata, con salse, ecc.). Un tipico piatto danese e lo "smorrebrod" (panino). Il Wienerbrod è un altro dolce danese fatto di pasta morbida, mandorle e cannella. Un'altra specialità danese è il "koldt bord" (buffet freddo) che consiste in snacks freddi e caldi. Negli stand in strada si vendono piccole salsicce rosse: queste salsicce sono molto popolari tra i Danesi.

Con le aringhe, molti Danesi bevono la cosidetta "Akvavit". E' un tipo di gin che va servito molto freddo. A causa delle tasse elevate, le bevande alcoliche sono spesso abbastanza care. Il vino e la birra costano quanto nel resto dell'Europa. La birra Carlsberg viene prodotta in Danimarca. Si consiglia di non bere l'acqua del rubinetto, è meglio comprare l'acqua imbottigliata.

Alloggi

Grazie alla crescita del settore turistico, in Danimarca sono disponibili diversi tipi di alloggi. Ci sono hotel ovunque di diversi prezzi e qualità. In particolare a Copenaghen, ci sono diversi hotel. Nello Jutland sono disponibili anche diversi cottage. E' anche possibile spendere di meno: la Danimarca offre molti ostelli della gioventù e campeggi. Se si vuole fare campeggio in Danimarca, bisogna essere in possesso di un permesso di campeggio che si può acquistare nei campeggi in tutta la Danimarca.

Fonti Esterne

Per maggiori informazioni sulla Danimarca si consiglia di consultare Google e le seguenti risorse: