Noleggio auto Lussemburgo

Risparmia tempo e denaro. Confrontiamo le offerte delle compagnie di autonoleggio in Lussemburgo al posto tuo.

Per poter usare questo sito il tuo computer deve accettare i cookies.

Confrontiamo tutti i fornitori più conosciuti

Autonoleggio Lussemburgo

EasyTerra Autonoleggio Lussemburgo è un sito indipendente di comparazione di auto a noleggio. Il nostro sistema confronta i prezzi delle più famose compagnie di autonoleggio dando la possibilità ai nostri clienti di prenotare un'auto a noleggio a un prezzo conveniente.

Recensioni recenti

Valutazione media: 10 di 10 Numero delle recensioni dei clienti: 1
Europcar Aeroporto di Lussemburgo
“Easy Terra”

“Sono sempre stato soddisfatto del servizio, mai avuto problemi. Lo consiglio vivamente”

13-05-2017 16:53

Informazioni sul luogo: Lussemburgo

Introduzione

Terra di castelli, valli e foreste: il Lussemburgo è piccolo ma ha molta varietà in quanto a natura e cultura. La sua grande diversità è rappresentata inoltre dalle sue tre lingue ufficiali: francese, tedesco e lussemburghese. Una gran parte della popolazione del granducato viene dai paesi vicini come Germania, Francia e Belgio.

Anche la capitale storica ha il nome di Lussemburgo; il paese ha preservato le tracce storiche e allo stesso tempo è una fiorente nazione dell'Europa del Nord. I turisti vengono qui per le escursioni a piedi o in bicicletta; e anche i motociclisti adorano questo luogo. I vecchi castelli e le rovine sono attrazioni molto conosciute: oltre a ciò, i visitatori vengono qui per provare lo stile di vita dei pittoreschi villaggi e dei vigneti lungo il fiume Mosella.

Storia

Durante il 963 Sigfrido, conte delle Ardenne costruì il suo castello su un'alta roccia lungo la strada da Reims a Treviri. La fortezza fu chiamata "Lucilinburhuc" che significa "piccolo castello". Attorno a Lucilinburhuc si costruì un insediamento che diventò la capitale della contea di Lussemburgo.

I successori di Sigfrido furono vassalli del Sacro Romano Impero. Nel 1345 l'imperatore germano Carlo IV trasformò la contea in ducato, che allo stesso tempo diventò parte dell'Impero Germano. Il ducato si estese rapidamente, e per questo e per la sua posizione strategica, la capitale diventò oggetto del desiderio di conquista di varie persone. Durante 400 anni la capitale fu assediata 20 volte; i burgundi, gli spaniardi, i francesi, gli austriaci e i prussiani provarono in tutti i modi di conquistare il forte, ma la città fece sempre onore al suo soprannome "Gibilterra del Nord".

Nel 1795 finalmente, Napoleone I riuscì a attraversare la città; il ducato diventò il "Département des Forêts". Nell'anno storico 1815 fu riconquistata, permettendo a Guglielmo I d'Olanda diventò il Granduca della provincia del Lussemburgo. Nel 1839 il Trattato di Londra separò la regione francese e la unificò al Belgio; quello che rimase del Lussemburgo si aggiunse all'Unione dei Paesi Bassi. Quando Guglielmo III morì in 1890 senza eredi maschi, il Lussemburgo diventò un Granducato sovrano.

Sia nella I che nella II Guerra Mondiale, i tedeschi invasero e occuparono il Lussemburgo. Settembre 1944 diventò un data memorabile del Gran Ducato: il paese soffrì molte perdite, ma finalmente si liberò dai suoi occupanti.

Dopo la II Guerra Mondiale, il Lussemburgo si riprese rapidamente. Il paese entrò nel Benelux e nella NATO. Oltretutto, fu uno dei fondatori della Comunità Economica Europea, che diventò la Comunità Europea, e a partire dal 1999 la valuta è l'Euro.

Società e cultura

I 480.000 abitanti che vivono in Lussemburgo sono concentrati soprattutto nelle città e nei loro dintorni. La popolazione sta gradualmente lasciando la campagna. Le regioni del Gutland a sud, Ösling al nord e Müllerthal all'est sono splendide, con villaggi e paesini. Un quinto della popolazione vive nella capitale. Dal 1994 il vecchio centro storico e le mura della città sono sulla lista dei siti Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO.

Circa il 40% degli abitanti del Granducato del Lussemburgo viene da altri paesi; molti funzionari pubblici dell'Unione Europea si stabiliscono nella capitale e nei dintorni, e oltre a questi c'è più di un 10% della popolazione è formata da lavoratori portoghesi.

Le lingue parlate nel paese sono il francese, il tedesco e il lussemburghese; queste lingue si mescolano armoniosamente, e la maggior parte degli abitanti le parla tutte fluidamente. Nel 1984 il lussemburghese, strettamente relazionato con il tedesco fu dichiarato la lingua ufficiale, anche se è il francese la lingua dei regolamenti, della legislazione e delle dichiarazioni governamentali. Gli stranieri possono anche usare l'inglese.

A partire dal 1870 il Granducato è una diocesi; circa il 90% della popolazione è cattolica apostolica romana, anche se la chiesa luterana è presente nel paese già dal 1894 e attualmente conta soltanto con 1.500 membri. Le persone immigranti hanno anche installato l'islamismo nel paese; e c'è inoltre una piccola comunità ebrea.

La popolazione del Lussemburgo di solito è molto tollerante; l'identità religiosa è abbastanza sviluppata ma lascia spazio per le ideologie degli immigranti. Allo stesso tempo, alcuni santi molto popolari hanno aiutato ad ancorare il cattolicesimo nella società.

L'Octave è uno degli avvenimenti annuali principali del paese. Dalla terza alla quinta domenica dopo Pasqua la popolazione viaggia da tutto il paese alla capitale per rendere omaggio ad una piccola statua della Vergine Maria. Fin dal XVII secolo questo pellegrinaggio finisce con una processione che porta la statua in giro per tutta la città. Il Granduca e la sua famiglia vi partecipano ogni anno.

Situazione politica

Il Lussemburgo è una monarchia costituzionale con successione. L'attuale Granduca di Lussemburgo è Enrico: la popolazione è generalmente molto soddisfatta con il granduca e con la sua famiglia. Il paese ha una forma di governo parlamentaria; l'esecutivo è rappresentato dal granduca e dal governo. La camera dei deputati è il potere legislativo, ed è scelto per un periodo di 5 anni. C'è inoltre il consiglio di stato, Conseil d'Etat, che consiste di 21 civili che offrono consulenza alla camera dei deputati. Il granduca è l'unico che nomina i membri di questo consiglio. Il clima politico in Lussemburgo è molto mite e pacifico, anche perché le agende politiche dei vari partiti hanno pochissime differenze tra di loro.

Economia

La società agricola del Lussemburgo si è sviluppata durante i secoli, per diventare ora uno dei paesi più moderni e ricchi; la capitale, Lussemburgo, è una città veramente prospera e un centro finanziario importante. Come Bruxelles e Strasburgo, ci sono molte istituzioni europee nella città di Lussemburgo. Il paese ha un'economia stabile, con ingressi alti e una scarsa percentuale di disoccupazione.

Dalla seconda metà dell'ultimo secolo, il numero delle società agricole caddero di un 60%. Molti abitanti attualmente trovano lavoro nel settore dei servizi, attorno al 70% di tutti i lavoratori si trovano in questo settore.

Le parti principali del settore terziario sono il turismo e le banche. Soprattutto Müllerthal è molto visitato, oltre alle città di Clairvaux, Echternach, Vianden e Wiltz. Tutte queste città hanno fortezze e castelli. Vianden è un vivace paesino lungo il fiume Our; c'è un castello che torreggia su Vianden, che è stato completamente restaurato ed è aperto ai visitatori.

La produzione di acciaio è stato fino a poco fa un'importante risorsa del paese. Attualmente invece l'industria del Lussemburgo è più variata, anche se si concentra sull'industria chimica e della gomma.

Geografia e clima

Il Lussemburgo occupa un'area ridotta di 2.586 km2, e confina con il Belgio, la Francia e la Germania. A sud la frontiera naturale è il fiume Mosella.

A nord della capitale si trova il Gutland; l'attrazione principale di quest'area agricola spiovente è la cittadina di Diekirch, sulla riva del fiume Sauer. Un altro fiume, l'Eisch, si trova lungo la valle dei Sette Castelli (Vallée des Sept Châteaux); sfortunatamente, nessuno di questi castelli è aperto al pubblico.

La regione settentrionale del Lussemburgo ha scenari affascinanti: verdi valli con fiumi che scorrono velocemente, e con torreggianti castelli medievali. I lussemburghesi chiamano quest'area, che è parte delle Ardenne, Ösling. La punta più alta del Lussemburgo è il Kneipp, che si trova in questa stessa area.

A est si trova la regione del Müllerthal, chiamata anche "la piccola Svizzera", anche se il paesaggio non ha molte sembianze del paesaggio alpino svizzero. I fiumi scorrono lungo crepacci profondi e altipiani sabbiosi. L'acqua ha consumato le rocce durante i secoli, che ha formato colonne; il Müllerthal è rinomato per i suoi scenari intatti e per l'atmosfera da fiaba. Gli escursionisti potranno darsi il gusto di soddisfare la loro passione; ci sono infatti dei cammini che disegnano strade più lunghe o più corte, e uno dei sentieri più famosi portano alla cascata Schiessentümpel.

Il tempo del Lussemburgo non ha caratteristiche estreme: le estati sono miti e gli inverni freschi. A causa della protezione offerta dalle Ardenne, il clima del paese si caratterizza come marittimo moderato o continentale debole. Durante maggio e giugno il sole è più presente; luglio e agosto sono i mesi più caldi, settembre ed ottobre i più piovosi.

Traffico e infrastruttura

Il paese ha solo un aeroporto internazionale, che si trova nella città di Lussemburgo. L'Aeroporto Lussemburgo-Findel è uno dei più trafficati d'Europa per i voli di trasporto merci. Luxair è la compagnia aerea lussemburghese che si occupa dei voli di passeggeri. Anche Cargolux è localizzata nell'aeroporto Lussemburgo-Findel, e si occupa di trasporto merci. Non esistono voli domestici nel paese.

La rete ferroviaria è scarsa, e la compagnia nazionale CFL non solo si occupa dei treni ma anche degli autobus. Dal Lussemburgo in treno si può viaggiare a est fino alla Germania, a sud fino alla Francia e a nord fino al Belgio. I treni dispongono sia di prima sia di seconda classe, e si possono inoltre ottenere vari abbonamenti e carte con sconti tariffari.

La rete di autobus nelle città è eccellente, e il trasporto pubblico funziona nelle grandi città fino a mezzanotte e fino alle dieci di sera nelle città più piccole. Gli autobus non sono molto frequenti nei villaggi, e la domenica c'è solo un servizio molto limitato.

Le autostrade in Lussemburgo sono limitate al sud, attorno alla capitale. Coloro che vogliono uscire dalla città di Lussemburgo si troveranno presto su strade di campagna, attraverso paesaggi romantici, colline e valli, foreste e villaggi.

Tradizioni culinarie

La cucina lussemburghese si basa in quella belga e quella tedesca, anche se le regioni offrono diverse specialità. Il prosciutto delle Ardenne, il budino nero con patate schiacciate e il pâté lussemburghese sono alcuni tra i piatti tipici. Anche la selvaggina e il pesce sono spesso presenti nei menù. Uno dei piatti più caratteristici è il Judd mat gaardebohnen, una specialità fatta con il collo affumicato del maiale, con fave e verze. Durante l'estate si può apprezzare il pesce fresco dei fiumi locali, come ad esempio la trota. Si possono anche accompagnare i piatti tipici con una birra Diekirch.

La valle della Mosella è una delle più piccole regioni di vigneti di tutta Europa. La "Route du Vin" segue il Mosel da Schengen fino alla frontiera, a Remich e Grevenmacher e finisce presso Wasserbillig, alla frontiera con la Germania. Ci sono varie cantine e percorsi enologici. Sono degni di essere provati soprattutto i vini bianchi; in agosto comincia le varie fiere del vino, che arrivano al loro massimo splendore con la fiera di Wormeldange in novembre.

Fuso orario

Il fuso orario in Lussemburgo è GMT/UTC+ 1, il fuso orario Centroeuropeo (MET o CET). Un'altra abbreviazione usata è UTC (Orario Universale Coordinato), quasi uguale al GMT; UTC si riferisce all'ora atomica, mentre GTM si riferisce all'ora astronomica. Durante l'estate, l'orologio è spostato un'ora avanti, permettendo così di allungare le sere.

Alloggio

Passare la notte nella città di Lussemburgo non può essere considerata un'esperienza avvolgente ed emozionante, poiché gli hotel sono soprattutto pensati per uomini d'affari. Le persone giovani potranno alloggiare negli ostelli, mentre se si vuole un'esperienza romantica si dovrà uscire dalla città; è qui che si troveranno piccoli hotel con viste magnifiche, e molti campeggi. Il Lussemburgo è un paese che invita i turisti a campeggiare, mentre gli escursionisti utilizzano anche le capanne che si trovano a distanza ravvicinata tra di loro, soprattutto nelle zone con molti sentieri per le escursioni.

Collegamenti esterni

Per ulteriori informazioni sul Lussemburgo, consigliamo di visitare Google e le seguenti risorse: