Numero gratuito
☎ +49 89 244473 702 (International)
Autohuur Zwitserland Car rental Switzerland Mietwagen Schweiz Autohuur Zwitserland Biluthyrning Schweiz Location de voitures Suisse Alquiler de coches Suiza Autonoleggio Svizzera Billeje Schweiz Bilutleie Sveits Autovuokraamo Sveitsi Aluguer de carros Suíça Wypożyczalnia samochodów Szwajcaria Autovermietung Schweiz Mietauto Schweiz
Autonoleggio Svizzera

Autonoleggio Svizzera

Home

EasyTerra Autonoleggio Svizzera è una società indipendente. Il nostro sistema confronta i prezzi di note società di noleggio auto, garantendo la possibilità di prenotare un'auto al prezzo giusto in ogni luogo.

Dove desidera ritirare l'auto a noleggio?

Restituzione presso un'altra località

Dove desidera restituire l'auto a noleggio?

Data di ritiro
a
Data di restituzione
a
 
Ricerca

Nuove recensioni

Voto medio: 9.5/10
Numero di recensioni: 11
Avis Aeroporto di Basilea

"Rapporto qualità/prezzo buono. Buona organizzazione ma è meglio controllare attentamente le compagnie con cui lavorano. Le loro condizioni potrebbero essere diverse. Soprattutto quando si tratta del carburante. "


2015-03-11 09:29
Europcar Aeroporto di Ginevra (Svizzera)

"È così facile!. Velocità, qualità e prezzi convenienti. "


2015-03-10 21:19
Citer Aeroporto di Ginevra (Francia)

"Compagnia d'autonoleggio con buone offerte . In media sono soddisfatto di EasyTerra. Ho noleggiato un'auto diverse volte; la tariffa è OK. "


2015-03-10 20:00
Europcar Aeroporto di Ginevra (Svizzera)

"Veloce e facile. Usiamo sempre EasyTerra per noleggiare un'auto visto che prenotare con loro è facile e veloce. Il rapporto prezzo/qualità è buono e il sito web è chiaro e ben organizzato. Si può noleggiare un'auto con pochi click!"


2015-03-10 17:33
Europcar Aeroporto di Ginevra (Francia)

"Sito buono, prezzi buono, servizio buono e informazioni chiare . Auto a noleggio buone, a buon prezzo, su un sito veramente facile da usare. Tutte le informazioni sono chiare e trasparenti. Ve lo consiglio!"


2015-03-10 13:51
Grandi marchi. Confronta e risparmia!

"Ho noleggiato tramite EasyTerra numerose volte, in diversi paesi. L'esperienza è sempre stata ottima!"

Giuseppe Moretti
Milano, Italia

Informazioni su: Svizzera

Noleggio auto Svizzera
Noleggio auto Svizzera

Introduzione

La Svizzera è un paese relativamente piccolo al centro dell'Europa. Ufficialmente la Svizzera non ha una capitale; dal 1848 la città federale è Berna; l'architettura nel centro di questa città ha un valore immenso. Altre città svizzere famose sono Ginevra, Zurigo e Basilea.

I turisti visitano la Svizzera soprattutto per la natura meravigliosa: per esempio, le Alpi sono molto visitate, soprattutto i tre picchi Eicher, Mönch e Jungfrau che formano un paesaggio idilliaco e sono di solito menzionati tutti assieme. Gli escursionisti possono inoltre lasciarsi guidare dai pascoli e dai cammini di montagna, non solo per le strade meravigliose ma anche per l'aria pulita. I laghi blu con la loro acqua gelida sono realmente un piacere per gli occhi. La Svizzera è anche una destinazione famosa per gli sport invernali. Ogni anno molti sciatori e snowbordisti arrivano sulle piste per divertirsi sulla neve. I luoghi di villeggiatura invernale più conosciuti sono Davos, St. Moritz e Zermatt. La Svizzera è un paese fantastico, bellissimo e molto socievole, specialmente in inverno.

Storia

Nel 1291 si formò lo stato federale della Svizzera; i tre comuni Uri, Schwyz e Unterwalden fondarono una confederazione dalla quale di creerà l'attuale Svizzera.

Prima di questo momento, nell'età della pietra, c'erano tribù in queste aree, attorno alla città Chur. Alcuni dei resti trovati hanno circa 10.000 anni. Altri tesori datano circa del 3800 a.C.; l'area è poi rimasta disabitata a lungo. Durante tutta l'età della pietra, del rame e del bronzo molte popolazioni passarono per questi territori, e la maggior parte dei popoli erano cacciatori-raccoglitori.

Gli Elvezi, i Leponzi, i Seduni ed i Reti si fecero strada tra le montagne e si trovarono un luogo dove stabilirsi. Attorno al 1500 a.C. le tribù celtiche si stabilirono in varie parti della Svizzera attuale. Nei primi secoli d.C. gli Elvezi cercarono di conquistare la Gallia, ma nonostante ciò furono sconfitti e cacciati da Giulio Cesare.

Durante il I secolo dopo Cristo le Alpi furono soggiogate dall'Imperatore Romano; questo avrà poi delle serie conseguenze a lungo termine sulla cultura che si romanizzò. Avenches, nel canton Vaud, diventò il centro amministrativo dei romani, e ancora oggi si può ammirare un anfiteatro.

Nel III secolo d.C. le pianure della Svizzera furono occupate dagli Alamanni. Le tribù gallo-romane si ritirarono nelle montagne, ed è per questo che la lingua tedesca si introdusse in Svizzera e che il romancio si trova nelle Alpi.

Il Cristianesimo si fede strada nella regione svizzera durante il IV secolo; si costruirono le prime chiese e le prime diocesi a Ginevra, Basilea e Sion. Fino al VII secolo i gruppi alamanni della parte orientale mantennero la loro religione, e continuarono ad adorare dei come Wodan e Thor.

L'Impero Romano cadde e i re burgundi cominciarono a governare la Svizzera; dopodiché, furono cacciati dai Franchi, e sotto il governo dei carolingi si firmò il Trattato di Verdun. Da quel momento la Burgundia, la Lorena e l'Alemannia si unificarono e formarono parte del Sacro Romano Impero.

Nel X secolo il potere dei carolingi svanì. I Saraceni e i Magiari saccheggiarono alcune città come Basilea e San Gallo. Otto I sconfisse i Magiari nel 955, e integrò queste aree al Sacro Romano Impero.

Durante il secolo XI gli Zähringen fondarono città come Berna, Thun, Murten e Friburgo. All'inizio del XIII secolo la dinastia Zähringen terminò, e la casa degli Asburgo cominciò a competere con i Kyburg sulla regione, e finalmente gli asburgici ne ebbero la meglio.

Nel 1291 i cantoni anteriormente menzionati Uri, Schwyz e Unterwalden si ribellarono contro la Casa degli Asburgo, e alleandosi con il loro Patto Eterno Confederale sconfissero l'esercito asburgico. Durante il seguente secolo Zurigo e Berna entrarono a far parte della confederazione; nel 1499 gli svizzeri ottennero la loro indipendenza dal Sacro Romano Impero.

Il XVI secolo vide l'arrivo volontario e involontario degli altri cantoni. Durante questo secolo, Zwingli cominciò la riforma, e morì durante la guerra della riforma nel 1531. In seguito a questo, si introdusse la libertà di religione, e per questo il Cattolicesimo ritornò nella confederazione.

Nel 1541 la riforma rivisse sotto la guida di Giovanni Calvino, e questo portò al Sinodo di Dordrecht del 1618 e 1619: si adottarono i Canoni di Dordrecht, che sono tuttora la fondazione delle chiese riformate.

Nel 1648 durante la Pace di Westfalia, la Svizzera ottenne ufficialmente l'indipendenza del Sacro Romano Impero, anche se in pratica l'aveva ottenuta già da molto tempo. La Svizzera divenne perciò una federazione.

La Rivoluzione francese incluse la Svizzera nelle sue lotte; i francesi invasero il paese vicino e dichiararono la Repubblica Elvetica nel 1798; i cantoni furono dissolti, e questo fatto scatenò una grande resistenza. Difatti, nel Congresso di Vienna del 1815, la Svizzera ottenne nuovamente la sua indipendenza.

La pace fu ristabilita, ma soltanto per poco tempo: nel 1847 cominciò una guerra tra i cantoni protestanti e cattolici; il mese successivo la guerra si calmò, e anche se durò molto poco ebbe effetti importanti, infatti sfociò in una costituzione federale in cui il commercio, la legislazione e la forza militare ricaddero sulle spalle del governo federale, mentre la maggior parte di tutti gli altri assunti furono lasciati nelle mani autonome dei cantoni. La costituzione ebbe molto successo e da quel momento in poi la federazione svizzera fiorì.

Durante le due Guerre Mondiali la Svizzera si mantenne neutrale; i tedeschi pianificarono di invadere la Svizzera nella II Guerra Mondiale ma non realizzarono mai il loro piano.

Nel 2002 la Svizzera entrò a far parte delle Nazioni Unite, mentre non entrò mai nell'Unione Europea; nel 2005 firmò invece gli Accordi di Schengen e la Convenzione di Dublino.

Società e cultura

La Svizzera ha circa 7,5 milioni di abitanti. Un quinto della popolazione non è originaria del paese, e le minoranze più importanti sono i serbo-croati, gli albanesi e i turchi.

I cantoni dell'altipiano svizzero sono i più popolati; qui, la maggior parte degli abitanti sono protestanti. Nelle Alpi vivono molti meno svizzeri; l'economia di questa regione è principalmente basata nell'agricoltura. Il Cattolicesimo è molto sviluppato, e più del 40% della popolazione è cattolica. Più o meno la stessa percentuale è protestante, mentre le altre religioni qui rappresentate sono il buddismo, l'islamismo e l'ebraismo.

Ci sono 4 lingue ufficiali: più del 60% della popolazione parla il tedesco come lingua madre; questo tedesco è chiamato tedesco svizzero, e cambia molto dal tedesco classico insegnato in Germania. Il 20% parla francese, mentre l'italiano è parlato dal 6,5% e il romancio dallo 0,5%. Quest'ultimo gruppo linguistico si trova principalmente nel cantone Graubünden.

Il canto svizzero dello jodel è insegnato soprattutto nelle regioni montane, durante gli eventi folklorici. Di solito lo jodel è accompagnato con il corno alpino, e gli svizzeri sono famosi per questo. Anche la pulizia è una caratteristica importante degli svizzeri.

Situazione politica

La Svizzera è una repubblica federale democratica. Il paese si divide in 26 cantoni ufficiali, molto autonomi. Ogni cantone ha la sua costituzione e il suo sistema legale, e oltretutto c'è in ogni cantone un governo e un parlamento.

Il parlamento nazionale è formato da due camere, il Consiglio Nazionale che ha 200 membri, con una divisione rappresentativa della quantità di abitanti per ogni cantone; la seconda camera è il Consiglio di Stato Svizzero, che ha 46 membri, ed è formato da 2 membri per ogni cantone. I sei mezzi cantoni sono rappresentati da un consigliere.

Il governo svizzero ha sette ministri, ed è chiamato Consiglio Federale Svizzero: il parlamento sceglie il consiglio federale, e il presidente, che presiede il consigli, è scelto ogni anno dal parlamento.

Economia

L'economia svizzera è una delle più capitaliste del mondo; lo standard della vita è generalmente alto, e i settori economici più importanti sono le banche, le industrie chimiche e farmaceutiche e il turismo.

Il settore finanziario è concentrato in particolare a Zurigo, Ginevra e Lugano; a Basilea è concentrata l'industria chimica, farmaceutica e biotecnologica.

La Svizzera attrae molti motociclisti ed escursionisti. Durante l'inverno le Alpi pullulano di gente che pratica sport invernali.

In Svizzera la valuta è il franco svizzero.

Geografia e clima

La Svizzera si trova nel centro dell'Europa, circondata dalla Francia, dalla Germania, dall'Austria, dal Liechtenstein e dall'Italia. Il paese occupa 41.290 km2 ed è principalmente montagnoso: è infatti il paese alpino per eccellenza. La catena montuosa delle Alpi si allunga dal sud al sud-est e copre metà del paese: la montagna più alta è il Dofauspitze, di 4634 metri, anche se il monte più famoso è il Matterhorn, di 4478 metri. Nel nord-ovest si trova il massiccio del Giura, più piccola, che continua in Francia. I monti del Giura terminano poi nell'Altipiano Svizzero. Il fiume Reno forma una frontiera naturale con la Francia, e presso Schaffhausen il fiume arriva in Germania con magnifiche cascate. Il Reno e l'Aar scorrono attraverso la Svizzera. La Germania e la Svizzera devono inoltre spartire il lago di Costanza, o il Bodensee (così chiamato in tedesco). Altri laghi importanti in Svizzera sono il lago di Ginevra, il lago Neuchâtel e il lago di Lucerna.

Oltre alla regione del Giura e delle Alpi, ci sono altri due tipi di paesaggi in Svizzera: l'anteriormente menzionato Altipiano svizzero si trova tra il Giura e le Alpi, e quest'area si allunga dal Lago di Ginevra al Bodensee. L'altipiano ha delle colline che sono altre tra i 400 e i 600 metri, coperte di prati e foreste. La regione copre più o meno un terzo del paese, e la maggior parte degli svizzeri vive qui, dove si trovano le grandi città come Zurigo, Ginevra e Berna. Nel nord-ovest svizzero si trova il Giura e copre solo un decimo dell'intero territorio; qui si trova la famosa città di Basilea.

Il clima svizzero varia considerevolmente nelle diverse regioni. Le estati sono di solito calde con alcune precipitazioni sparse. Durante l'inverno le montagne sono completamente innevate, e le condizioni climatiche possono cambiare improvvisamente. Nelle parti più basse del paese gli inverni sono meno freddi ma più nuvolosi.

Il föhn è un vento caldo mediterraneo che potrebbe soffiare in estate. L'autunno di solito è la stagione con meno precipitazioni.

Traffico e infrastruttura

La rete stradale della Svizzera è eccellente. Le strade sono ben mantenute e in generale non molto occupate, e i segnali stradali sono molto chiari. Per quasi tutte le autostrade è necessario avere un bollino, e inoltre si dovrà pagare un pedaggio. Si può viaggiare a 120 km/h nelle autostrade, mentre nelle aree urbane il limite è 50 km/h e al di fuori di queste, di 80 km/h.

Viaggiare in autobus è una buona opzione: nelle cittadine così come nelle città e nei villaggi ci sono autobus molto frequentemente.

La rete ferroviaria della Svizzera è molto estesa, e viaggiare in treno è rapido e confortevole: i treni sono puliti, funzionano con frequenza e le tabelle orarie sono affidabili.

Gli aeroporti internazionali grandi sono l'Aeroporto Internazionale di Zurigo e l'Aeroporto di Ginevra. I viaggiatori potranno entrare o uscire dalla Svizzera attraverso l'Aeroporto di Basilea, l'Aeroporto di Berna e l'Aeroporto di Lugano. L'Aeroporto di Basilea ha la particolarità di essere sia svizzero che francese.

Tradizioni culinarie

I piatti svizzeri famosi sono il rösti e la raclette. Il rösti è un piatto della parte tedesca del paese, e nel cantone di Berna i contadini lo facevano a colazione; è fatto di patate raspate che sono infornate con una forma rotonda, e dove si può aggiungere pancetta, formaggio o cipolle. Il formaggio svizzero è generalmente molto apprezzato: i tipi più famosi sono l'Emmental, la Groviera, e l'Appenzeller. Il cioccolato svizzero si cominciò a produrre a partire dal XVIII secolo.

Nella valle meridionale della Svizzera il clima è indicato per la coltivazione dei vigneti. Specialmente nel cantone di Ginevra, attorno al lago omonimo, ce ne sono moltissimi; anche i cantoni di Vaud, di Neuchâtel e di Berna producono vini, che nonostante ciò non sono apprezzati molto, e sono consumati soprattutto all'interno del paese.

Fuso orario

In Svizzera il fuso orario è GMT/UTC+ 1. In estate l'orologio è portato avanti al GMT/UTC+ 2.

Alloggio

In questo paese c'è un'infinità di hotel, e anche gli ospiti con necessità speciali avranno l'opportunità di scegliere tra una grande varietà di hotel. Alcuni sono conosciuti per la loro ubicazione meravigliosa e idilliaca, altri sono adatti per i genitori con figli; tutto è possibile, hotel economici o lussuosi, una catena di alberghi o un hotel familiare.

Anche il bed & breakfast è molto popolare in Svizzera; il sistema di classificazione utilizza 5 stelle, come il sistema degli alberghi. Le pensioni di solito sono offerte da privati, ed è inoltre possibile trascorrere la notte in una fattoria.

Sia nelle città più grandi come ad esempio Basilea, Berna e Zurigo, sia nelle località sciistiche più famose, si potranno trovare molti ostelli: alcuni si ubicano in vecchie case coloniche molto belle, altri in edifici moderni. Nelle aree rurali, nelle montagne e nelle città i turisti potranno sempre passare la notte in uno degli ostelli. Addirittura anche alcuni monasteri offrono posti letto.

I campeggi in Svizzera sono di solito ben mantenuti e localizzati in luoghi meravigliosi.

Collegamenti esterni

Per ulteriori informazioni sulla Svizzera, consigliamo visitare Google e le seguenti risorse: