Noleggio auto Cipro

Risparmia tempo e soldi. Confrontiamo le offerte delle compagnie d'autonoleggio in Cipro al posto vostro.

Per poter usare questo sito il tuo computer deve accettare i cookies.

Confrontiamo tutti i fornitori più conosciuti
  • Hertz
  • Thrifty
  • Europcar
  • Budget
  • Avis
  • Alamo

Autonoleggio Cipro

EasyTerra Autonoleggio Cipro è un sito indipendente di comparazione di auto a noleggio. Il nostro sistema confronta i prezzi delle più famose compagnie d'autonoleggio dando la possibilità ai nostri clienti di prenotare un'auto a noleggio a un prezzo conveniente.

Recensioni recenti

Valutazione media: 10 di 10 Numero delle recensioni dei clienti: 2
SIXT Rent a Car Aeroporto di Paphos
“Semplicemente buono.”

“Ho usato il sito diverse volte e tutto è sempre andato come concordato. Io però cerco compagnie d'autonoleggio che siano presenti anche nei Paesi Bassi così da poter tornarci semmai ci dovessero essere problemi. ”

02-08-2015 07:40
SIXT Rent a Car Aeroporto di Paphos
“Buona organizzazione”

“È andato tutto bene. La macchina era pronta al nostro arrivo a Cipro. Il modello era quello che avevamo scelto ed era praticamente nuova di zecca. ”

26-05-2015 18:31

Informazioni sul luogo: Cipro

Introduzione

Nell'incrocio tra l'Europa, l'Asia e l'Africa, nel mar Mediterraneo si trova l'isola di Cipro. Dal 1974 l'isola è divisa in due, nonostante una delle due parti, la Repubblica Turca di Cipro del Nord sia riconosciuta solamente dalla Turchia. La capitale di Cipro è Nicosia, una città di 309.500 abitanti.

Lungo la costa i turisti potranno trovare delle spiagge splendide. Nei paesini tradizionali, vi aspetteranno dei castelli medievali e molte rovine, nonché varie feste popolari e mercati degni di essere visitati. Le chiese greco-ortodosse e i monasteri sono degli impressionanti edifici circondati da paesaggi stupendi, che internamente sono spesso lussuosi, zeppi di icone e ricoperti d'oro, e sovente hanno una struttura in stile bizantino.

A Cipro si potrà apprezzare anche la mitologia greca. Ad esempio, si pensa che dalle onde schiumose del mare che bagna l'isola sia nata la dea greca Afrodite, e tutt'ora la popolazione di Pafo e Amathus festeggiano la dea durante i loro festival primaverili. La Roccia di Afrodite, di fronte alla costa di Cipro, ricorda costantemente la sua nascita.

I paesaggi ciprioti sono molto vari: da picchi stravaganti, a coste rocciose, a campi di cereali. Le foreste di pini e di citrici nelle zone con clima secco offrono un po' di fresco. Coloro che hanno avuto modo di esplorare Cipro e la sua ricca vita culturale potranno apprezzare la cucina mediterranea e un buon bicchiere di vino cipriota.

Storia

Alla fine dell'era paleolitica, alcuni cacciatori arrivarono e si istallarono a Cipro. La comunità arrivò probabilmente dall'Oriente, da un'area dell'Asia Occidentale sulla costa del Mar Mediterraneo. L'isola era disabitata, per cui molte specie di animali nani, come ad esempio elefanti ed ippopotami, sopravvissero fino a quel momento. Vicino a Limassol, sulla costa meridionale dell'isola, c'è ancora un luogo chiamato Aetokremnos (Scogliera delle Aquile) in cui si possono trovare le ossa di questi animali.

Nel Neolitico, approssimativamente 8.000 anni a.C. la popolazione si istallò definitivamente sull'isola; vivevano qui dei contadini che allevavano animali come maiali, pecore e capre. Nell'Era di Bronzo si costruirono le prime città: la popolazione cominciò a produrre rame, che risultò essere una merce di valore. A partire dal 3.000 a.C. i Ciprioti cominciarono ad utilizzare il rame: Cipro diventò un partner commerciale importante tra Creta e la Grecia, l'Oriente, l'Egitto e la Sardegna, ed inoltre ci sono segnali di relazioni molto importanti con l'Egitto. Queste indicazioni ci fanno pensare che Cipro rimase indipendente fino al quattordicesimo secolo, e dal 1.200 a.C. l'influenza dei Micenei fu molto profonda.

Durante l'Età del Ferro gli Assiri controllarono l'isola, e nonostante ciò non ostacolarono in assoluto il commercio cipriota; anzi, il commercio addirittura si sviluppò così tanto che si pensa che l'isola aveva un grande potere su tutto il Mar Mediterraneo.

Dal 560 al 545 a.C. l'autorità sull'isola passò dagli Assiri agli Egiziani, anche se i monarchi ciprioti riuscirono a rimanere nel potere. Nel 545 a.C. il potere passò in mano ai Persiani che occuparono l'isola nel 525 a.C. L'occupazione durò fino al quinto secolo d.C.; nel frattempo, attorno al 425 a.C. Cipro diventò parte dell'impero Ellenico, e nel 75 a.C. i Romani conquistarono l'isola che si trasformò in una provincia del loro impero.

La situazione si mantenne finché i Musulmani decisero di conquistare Cipro. Nel 649 d.C. il califfo Muawija occupò l'isola, e per vari secoli i Musulmani si divisero il potere con i Bizantini, mentre entrambe le parti cercavano di assumere il potere assoluto.

Quando l'impero declinò alla fine del dodicesimo secolo, Riccardo Cuor di Leone ed i suoi crociati conquistarono Cipro. In questo modo l'isola di unificò al Regno di Gerusalemme. Nel 1291 i crociati lasciarono la Terra Santa, ma restarono a Cipro fino al 1489, anno in cui i Veneziani colonizzarono l'isola.

I tempi complicati non terminarono qui: nel 1571 gli Ottomani conquistarono l'isola. I Turchi si mantennero qui fino al 1878, e nel frattempo si stabilì qui un'importante minoranza turca. All'inizio la chiesa bizantina accettarono i nuovi occupanti, perché i turchi riconoscevano tutte le religioni del Libro. Tuttavia, si imposero tasse molto alte, e l'allegria iniziale svanì.

Nel 1925 Cipro diventò colonia britannica e si diventò indipendente solo durante la II Guerra Mondiale, nel 1960. La minoranza turca fu molto presente e infatti la Costituzione detta che il presidente dev'essere un cipriota e il vice-presidente un cipriota di origine turca, ed inoltre dispone una gran sovrarrappresentazione del potere della minoranza turca sul governo. La popolazione turca non arriva ad essere un quinto della popolazione totale, e nonostante ciò hanno quasi il 30% dell'influenza: per esempio il diritto di veto turco, che provocò una situazione insostenibile perché bloccò la maggior parte delle decisioni.

Quando il presidente cipriota Makarios auspicò una riforma della Costituzione, dilagarono la violenza e i problemi, e solo con la mediazione dei britannici si decise un cessate il fuoco. Il presidente permise la presenza di forze di pace britanniche, greche e turche, e durante la separazione dei due gruppi si inventò la "Linea Verde", che separa in due l'isola. Nel 1964 le Nazioni Unite inviarono forze di pace, presenti fino al giorno d'oggi. Nel 1974 la parte settentrionale dell'isola soffrì un'invasione turca, e l'anno seguente i turchi dichiararono l'indipendenza della Repubblica Turca Federale di Cipro del Nord, attualmente chiamata Repubblica Turca di Cipro del Nord; nonostante ciò, la Turchia è l'unico paese che riconosce questa repubblica.

Nel 1990 Cipro chiese di entrare nell'Unione Europea. I ciprioti turchi si lamentarono che il governo greco-cipriota non presentò la petizione a loro nome, poiché non sono rappresentati da questo governo. Nonostante ciò l'Unione Europea riconobbe la petizione e accettò il potere greco-cipriota sull'intera isola. Nel 2004 l'isola diventò parte dell'Unione Europea.

Società e cultura

Ci sono approssimativamente 789.000 abitanti nell'isola. Tre quarti della popolazione è di origine greca, e un quinto è di origine turca; il restante 5% comprende diverse minoranze etniche tra le quali gli armeni, i libanesi e i maroniti. Più della metà dei ciprioti vivono nelle zone urbane dell'isola. Sono aumentate considerevolmente le migrazioni dalla campagna alla città negli ultimi anni. La popolazione rurale è molto calda e aperta.

La maggior parte dei ciprioti grechi sono parte della chiesa greca ortodossa. Un quinto dei ciprioti è musulmano, ed il restante 4% sono della chiesa armena apostolica, o maronita; queste divisioni riflettono le divisioni etniche.

Le lingue parlate a Cipro sono il greco, il turco e l'inglese.

Ci sono tuttora sull'isola delle rovine dell'epoca romana. Nell'anfiteatro greco-romano Kourion sono ancora organizzati spettacoli teatrali estivi. Oltre a questo, ci sono molti altri luoghi degni di essere visitati. Nella catena montuosa per esempio c'è un cammino che porta dal picco più alto, Olimpo, al monastero di Kykkos, il monastero greco-ortodosso più famoso di tutto Cipro. un terzo luogo è il villaggio Pano Lefkara, famoso per i suoi merletti a tombolo, che si trova tra Larnaca e Limassol ed è un'eccellente occasione per provare vera vita rurale cipriota.

Situazione politica

Dal 1960 Cipro è una repubblica indipendente, anche se attualmente è un'isola separata. L'attuale presidente è Christofias Demetris, mentre Mehmed Ali Talat è presidente della Repubblica Turca di Cipro del Nord dal 2005.

Dal punto di vista amministrativo, Cipro è diviso in 6 distretti: la divisione si effettuò prima della separazione della parte turca e greca, per cui i confini dei distretti non coincidono con la nuova situazione.

Economia

L'economia cipriota si basa soprattutto sul settore agricolo: i prodotti sono esportabili, come ad esempio i citrici, le patate, l'uva ed il tabacco.

La seconda fonte di ingresso è il settore turistico.

Nonostante Cipro sia un'isola, la pesca ha una scarsa importanza, poiché nelle acque attorno a Cipro scarseggia il pesce.

A Cipro si estrae tuttora il rame: difatti il nome rame è in origine legato al nome dell'isola. Oltre al rame, al marmo, si estrae ferro grezzo e gesso; è stato inoltre scoperto del petrolio nelle acque tra Cipro e l'Egitto.

La separazione della parte settentrionale e meridionale dell'isola comportò anche una situazione di ineguaglianza. I ciprioti greci sono diventati parte dell'Unione Europea dal 2004, e hanno sperimentato un aumento della loro prosperità. I ciprioti turchi sono parzialmente dipendenti dalla Turchia, e siccome non sono riconosciuti internazionalmente, il loro commercio esterno può essere solamente con la Turchia.

A partire dal 2008 la valuta di Cipro è l'Euro, che sostituisce la Sterlina cipriota.

Geografia e clima

Cipro è un'isola sul Mar Mediterraneo. Si trova a circa 70 km a nord della Turchia, un centinaio a est della Siria. Dal punto di vista geografico, l'isola appartiene all'Asia, ma per la popolazione in maggioranza greca-ortodossa l'isola è considerata europea. La dimensione dell'isola è di 9.251 km2. Nella parte settentrionale si trovano le montagne calcaree Kyrenia, dall'aspetto roccioso. Il picco più alto è di circa mille metri. Nel sud-ovest si trova la catena montuosa Toödos: la sua montagna più alta è l'Olimpio, di 1.953 metri, che è inoltre il punto più alto dell'isola. Tra le due catene c'è la pianura Mesaoria, una regione molto fertile anche se non c'è un fiume che la attraversa. Non ci sono proprio fiumi nell'isola, perché anche i ruscelli montani si seccano in estate. La costa orientale presenta grande baie con molti porti. Tra i paesini costieri si trovano Pafo, Larnaca e Limassol.

Il nome "Cipro" viene dal greco kypros, che significa rame, un metallo trovato sull'isola che diventò un importante articolo nel commercio antico.

Cipro era un'isola con molte foreste, tuttavia per la deforestazione e i numerosi incendi molte foreste sono scomparse durante l'ultimo secolo; comunque sono stati piantati nuovi alberi che hanno rimpiazzato un quinto delle foreste originali scomparse.

Cipro ha un clima mediterraneo, con estati calde e secche da metà maggio a metà settembre. Il cielo è sempre azzurro lungo tutta l'isola, ed il sole splende quasi tutti i giorni. Gli inverni sono tiepidi e piovoso, e sono relativamente lunghi. Nelle montagne c'è qualche nevicata al di sopra dei mille metri. È perciò possibile praticare perfino degli sport inverali nei monti Troödos! Gli autunni e le primavere sono stagioni abbastanza corte.

Traffico e infrastruttura

A causa dell'assenza di ferrovie, il traffico è per via stradale, marittima o aerea.

I ciprioti viaggiano soprattutto con l'automobile; la rete stradale è molto sviluppata. Le strade sono in condizioni eccellenti: le autostrade collegano Nicosia con Kyrenia e Limassol. È importante sapere che a Cipro si viaggia sulla carreggiata sinistra.

Tutti i giorni eccetto la domenica gli autobus collegano le varie città: sono efficienti ed il servizio è frequente.

I porti principali di Cipro sono Limassol e Larnaca; da qui, le barche passeggeri e le navi da trasporto salpano verso il mare.

Dall'Aeroporto di Larnaca e dall'Aeroporto di Pafo si può viaggiare direttamente verso le città europee e del Medio Oriente. L'aeroporto della capitale è chiuso dal 1974, ed è per questo che l'Aeroporto di Larnaca è chiamato anche Aeroporto di Cipro. La parte settentrionale di Cipro ha un aeroporto vicino a Ercan, ma nonostante ciò l'unica compagnia aerea permessa è Turkish Airlines.

Tradizioni culinarie

La cucina cipriota è influenzata dagli estesi contatti con Egitto, Grecia, Libano, Turchia e Gran Bretagna.

La popolazione cipriota cena a mezzogiorno, anche se è possibile cenare anche alla sera. La cucina della parte meridionale è strettamente legata alla cucina settentrionale, anche se gli stessi piatti possono avere diversi nomi. Nel nord la maggioranza turca, perciò non si troverà nel menù il maiale.

Uno dei tipici antipasti ciprioti è l'halloumi, un formaggio con latte di capra e pecora. Di solito le fette di questo formaggio sono grigliate. Un'altra specialità sono le meze, la cui traduzione è piccole prelibatezze; sono molti piccoli piatti di verdure, carne e pesce.

Anche se il mare non ha molti pesci, i piatti di pesce sono parte della cucina cipriota. I calamari, i polpi al vino rosso e il persico fanno parte del menù, di cui fa parte anche l'agnello grigliato (souvla). La lounza è carne marinata in semi di coriandolo e vino, e dopodiché seccata e affumicata.

Le verdure sono molto utilizzate, come per esempio le patate in olio d'oliva e prezzemolo, cavolfiori e asparagi sottaceto.

Una bevanda della zona settentrionale è l'ayran, bevanda originale turca fatta di yogurt. Altre bevande famose alcoliche sono il raki e il sawa. Il primo è fatto di anice, e il secondo è un brandy con succo di limone. Questa bevanda è originaria del periodo coloniale britannico. Il raki è popolare specialmente nella zona turca. A Cipro si trovano anche molti vigneti: in settembre e in ottobre Limassol è molto occupata con le sue feste enogastronomiche, e anche gli altri paesini hanno le loro proprie feste.

Fuso orario

Il fuso orario di Cipro è GMT/UTC+ 2. Durante l'estate l'orologio è spostato in avanti al fuso GMT/UTC+ 3.

Alloggio

Ci sono alberghi di tutte le dimensioni e forme: si potranno trovare alloggi lussuosi e anche economici. Oltre agli hotel, una buona opzione è il bed&breakfast.

Le città come Larnaca, Limassol e Ayia Napa dispongono di vari hotel.

L'isola è zeppa di campeggi, principalmente localizzati nella costa occidentale di Cipro.

Collegamenti esterni

Per ulteriori informazioni su Cipro, consigliamo Google e le seguenti risorse: