Noleggio auto Norvegia

Risparmia tempo e denaro. Confrontiamo le offerte delle compagnie di autonoleggio in Norvegia al posto tuo.

Per poter usare questo sito il tuo computer deve accettare i cookies.

Confrontiamo tutti i fornitori più conosciuti

Autonoleggio Norvegia

EasyTerra Autonoleggio Norvegia è un sito indipendente di comparazione di auto a noleggio. Il nostro sistema confronta i prezzi delle più famose compagnie di autonoleggio dando la possibilità ai nostri clienti di prenotare un'auto a noleggio a un prezzo conveniente.

Recensioni recenti

Valutazione media: 8 di 10 Numero delle recensioni dei clienti: 1
Hertz Aeroporto di Stavanger-Sola
“Esperienza eccellente”

“Ho usato EasyTerra diverse volte per noleggiare un'auto. Ogni cosa si è svolta velocemente e facilmente. Tutto è filato liscio al desk della compagnia di autonoleggio in questione. Userò sicuramente EasyTerra ancora per il prossimo viaggio. Grazie, Peter. ”

10-03-2015 15:08
SIXT Rent a Car Aeroporto di Oslo-Gardermoen
“Affidabile ed economico da anni”

“Per anni ho noleggiato macchine e minivans con loro per le mie attività professionali all'estero. Sempre un buon servizio, le macchine e i minivans a un prezzo allettante. ”

16-12-2014 12:13
SIXT Rent a Car Aeroporto di Haugesund
“Servizio fantastico”

“Io uso EasyTerra circa due o tre volte l'anno. I prezzi sono molto ragionevoli e il servizio offerto eccellente. L'anno scorso ho fatto la prenotazione per l'aeroporto sbagliato. Una chiamata telefonica veloce e tutto è stato risolto. Non ho critiche da fare. ”

08-12-2014 21:27

Informazioni sul luogo: Norvegia

Introduzione

La Norvegia ha moltissimi ghiacciai e la costa occidentale è pieno di fiordi. I fiumi sfociano nei fiordi con cascate da mozzare il fiato. La Norvegia possiede molti posti pittoreschi con piccole chiese medievali. Il territorio è costituito principalment da montagne e foreste, il che significa che ci si può davvero godere la natura e la tranquillità del posto. I tradizionali villagi Sami nel nord del paese valgono sicuramente una visita. La società norvegese dà molta importanza all'uguaglianza e alla vicinanza con la natura.

Storia

In passato, la Norvegia era abitata dai Vichinghi. Grazie ai saccheggi e scorribande, divennero temuti anche dai paesi al di fuori della Scandinavia. La loro nazione non gli valse molto e quindi fondarono diversi accampamenti in diverse altre nazioni, per esempio in Islanda, nelle Isole Faroe, in Groenlania, Francia e in quella che ora è nota come Gran Bretagna. Città moderne come York, Dublino, Limerick e Waterford vennero fondate dai Vichinghi. Essi vivevano in piccole comunità indipendenti. Nell'872, Harald Fairhair unì questi regni durante la Battaglia di Hafrsfjord e si incoronò primo re di Norvegia.

I Vichinghi norvegesi erano noti per lo spirito combattiveo e le loro vittorie. Quando gli avversari iniziarono a difendersi meglio dopo il 1000 d.C., il Vichinghi persero sempre più battaglie. La linea della monarchia norvegese si spense nel 1387, data in cui iniziò la recessione e la Morte Nera (la peste), la quale uccise quasi metà della popolazione norvegese. Nel 1397, la regina danese sposò il re di Norvegia e Svezia. Le tre nazione vennero così unite in quello che prese il nome di Unione di Kalmar. La Svezia abbandonò l'unione nel 1536, ma la Danimarca e la Norvegia rimasero unite fino al 1814. Dopo la devastante epidemia della peste, il potere della Norvegia diminuì. La monarchia, il potere intellettuale e amministrativo dell'unione si spostò a Copenaghen (la capitale della Danimarca). In Norvegia, questo causò un'ondata di romanticismo nazionalista: le persone perseguirono un ideale romantico, che si esprimeva sotto forma di espressioni culturali orali.

Le Guerre Napoleoniche portarono ad una rottura tra Norvegia e Danimarca. Nel 1814, l'unione entrò nell'alleanza con Napoleone di Francia mettendo al bando il commercio con l'Inghilterra. Quando Napoleone venne sconfitto, le maggiori potenze dell'epoca volevano unire la Norvegia alla Svezia. La Norvegia protestò ed approfittò dell'occasione per proclamarsi indipendente. Nel 1814, il paese scelse il principe danese Christian Frederik come re. A livello formale, la Norvegia faceva parte della Svezia, ma il paese aveva la propria costituzione e le proprie istituzioni politiche. La politica estera era nelle mani dell'autorità svedese, però. Alla fine del XIX secolo, i sentimenti nazionalisti in Norvegia crebbero. Il paese non era soddisfatto dell'unione con la Svezia. La cultura norvegese in crescita ed il nazionalismo portarono alla fine dell'unione nel 1905. Il governo norvegese offrì al principe danese Carlo il trono di Norvegia. Il principe Carlo prese il nome di Haakon VII e venne incoronato re di Norvegia.

Durante la Prima Guerra Mondiale, la Norvegia riuscì a restare neutrale. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu meno fortunata quando venne attaccata dalla Germania. In tutto, la Norvegia venne occupata dalle truppe naziste tedesche per 5 anni. Da Londra, Re Haakon ed il governo norvegese si opposero ai Tedeschi più che poterono. L'eccellente marina norvegese si impegnò battagliae coraggiose contro i Tedeschi sotto la bandiera degli Alleati nei teatri di guerra in tutto il mondo. L'occupazione tedesca fece realizzare ai Norvegesi che preferivano la sicurezza collettiva alla neutralità. Nel 1949, la Norvegia firmò il Patto Atlantico insieme ad altre 11 nazioni. Questo trattato era l'inizio della NATO (Organizzazione del Trattato del Nord-Atlantico). Inoltre, la Norvegia è stata uno dei fondatori delle Nazioni Unite (nel 1945). La Norvegia votò contro la presenza nell'Unione Europea in due occasioni. Il paese è, comunque, un membro dell'Associazione Europea per il Libero Commercio (EFTA). Questa associazione venne fondata nel 1960 come alternativa all'UE. Molti precedenti membri dell'EFTA hanno preferito l'UE. Attualmente, Norvegia, Islanda, Svizzera e Liechtenstein sono gli ultimi membri rimasti.

Società e Cultura

La Norvegia ha più di 4,6 milioni di abitanti. Il paese ha la minore densità di popolazione in Europa. La maggior parte dei Norvegesi discende dai Vichinghi. Ci sono due minoranze etniche in Norvegia: i Sami (Lapponi) ed i Finni. I Sami sono gli originali abitanti di Norvegia, Svezia, Finlandia e Russia. E' qui che vivono adesso. Da alcuni anni, gli immigrati rappresentano più della metà della popolazione in crescita. I gruppi di immigranti più numerosi vengono da Pakistan, Svezia, Danimarca, Iraq, Vietnam e Somalia.

Il Norvegese ha due forme scritte ufficiali: Bokmål e Nynorsk. Bokmål viene parlato da circa l'80% della popolazione. Questa lingua risale alla passata dominazione danese. La lingua viene parlate dentro ed intorno ad Oslo (la capitale della Norvegia) e viene insegnata agli stranieri che vogliono imparare il Norvegese. Il Nynorsk viene parlato dal 20% della popolazione. E' la lingua che usavano i Vichinghi. Inoltre, diverse persone parlano il Sami (in particolare i Sami che vivono nel nord). Inoltre, gli immigrati hanno portato anche le loro lingue con sè. Il Norvegese, lo Svedese e il Danese sono molto vicine. Molti Norvegesi possono leggere e comprendere sia il Danese che lo Svedese.

La maggior parte dei Norvegesi (90%) fa parte della chiesa di stato: Chiesa Evangelica Luterana della Norvegia. Circa il 4,5% aderisce invece ad una fede Cristiana diversa. Solo l'1,5% della popolazione è musulmano. Inoltre, ci sono piccoli gruppi di persone che seguono l'Ebraismo o altre religioni. Un piccolo gruppo di Norvegesi è ateo.

Nonostante l'unione con la Danimarca, la Norvegia è sempre riuscita a mantenere una cultura separata. La cultura norvegese può essere ammirata nelle tante gallerie e musei del paese. Nei giorni festivi ed in occasioni particolari, i Norvegesi sono orgogliosi di poter vestire i costumi tradizionali. I Norvegesi hanno una cultura molto ugualitaria dal momento che danno molta importanza al valore dell'uguaglianza. Ciò si riflette, tra le altre cose, nel sistema di previdenza sociale che è caratteristico delle culture norvegese e scandinava.

I Norvegesi ritengono importante godersi il tempo libero. Amano passare le giornate fuori casa, si godono le sensazioni che la natura trasmette loro ci sono molte attività fuoriporta. I Sami vivono nel nord del paese e vivono di caccia, pesca e allevamento di renne, ma anche di manufatti.

Situazione politica

La Norvegia è una monarchia costituzionale con un governo basato sul sistema parlamentare. La dinastia reale discende dai Glucksburgs. Questa famiglia è originaria di Schleswig-Holstein in Germania. I doveri dell'attuale re, Harald V, sono principalmente di natura figurativa. Nel 1814 la Costituzione assegnò il potere esecutivo al re, ma oggi questo è in mano al consiglio di stato.

Il Consiglio di stato detiene il potere esecutivo ed è il re a nominarne i membri. Il primo ministro è il capo. Il sistema parlamentare ridale al 1884 e definisce che il consiglio di stato non si debba opporre al parlamento, a cui invece è tenuto a rispondere. Il parlalmento norvegese si chiama "Storting", conta 169 membri eletti ogni 4 anni dal popolo. In Norvegia, ogni persona adulta può votare. Fu il secondo paese in Europa ed introdurre il suffragio universale nel 1913 (dopo la Finlandia).

Al momento, il governo norvegese è una colazione "rosso-verde" del Partito Socialista, il Partito dei Lavoratori ed il Partito del Centro. Questa coalizione governa la Norvegia dal 2005. L'intenzione è quella di creare più lavori nel settore dei servizi e di spostare alcune questioni governative verso i governi locali. Inoltre, i settori della sanità e dell'istruzione sono sotto valutazione. Sebbene l'attuale governo sia di sinistra, i partiti di centro-destra stanno guadagnando consensi nella popolazione norvegese.

Nel 1949, la Norvegia si unì alla NATO. Dagli anni '70 in poi, il governo norvegese ha valutato l'idea di unirsi alla CEE. Tuttavia, non è mai stato raggiunto un accordo. La nazione lavora a stretto contatto con il resto dell'Europa ma non si è ancora unita all'UE.

Economia

Il Prodotto Interno Lordo (PIL) pro capite è alto, il che significa che la Norvegia ha uno standard di vita abbastanza alto. L'economia norvegese si basa sul capitalismo sociale: un'economia di libero mercato con l'intervento del governo, che controlla gli elementi vitali dell'economia, come per esempio il settore del petrolio.

Una gran parte della Norvegia è coperta di foreste. Non meno dell'80% delle foreste viene utilizzato per la produzione di legno. Inoltre, anche l'esportazione del legno è importante per l'economia nazionale. Altre importanti materie prime norvegesi sono il petrolio ed il gas naturale. La Norvegia è uno dei più grandi produttori di petrolio e gas naturale al mondo. Solo l'Arabia Saudita e la Russia esportano più petrolio della Norvegia. Una gran parte del territorio norvegese non è produttivo, il che significa che la nazione dipende molto dall'esportazione del petrolio e del gas naturale. Si stanno prendendo delle misure per la riduzione delle riserve, al cui fine il paese ha creato il Fondo per il Petrolio.

Il commercio è un settore molto importante per la Norvegia. Oltre al petrolio ed al gas naturale, il paese esporta elettricità, macchinari, metalli, carta, pesce e prodotti chimici. Alcuni importanti prodotti importati sono macchinari, materie prime, alimenti, auto e navi. Regno Unito, Germania, Svezia, Paesi Bassi, Danimarca e Stati Uniti sono i più importanti partner commerciali della Norvegia.

La Norvegia ha subito molte critiche internazionali, soprattuto dalle organizzazioni per i diritti degli animali. La Norvegia è uno dei pochi paesi dove la caccia alle balene è ancora permessa. Molti sostenitori della caccia alle balene ammettono che non è importante per le prospettive macro-economiche della Norvegia. Tuttavia, sostengono che molte piccole compagnie (e con esse le loro famigli) dipendono dalla caccia alle balene per la propria sopravvivenza.

Geografia e Clima

Questo paese forma la parte occidentale della Scandinavia e confina con Svezia, Finlandia e Russia. A nord il paese confina con il Mar Glaciale Artico, ad ovest con l'Oceano Atlantico ed a sud con il Mar del Nord e Skagerrak. Il Mar di Norvegia bagna la parte alta della costa occidentale nazionale. Il Barentzsea si trova a nord-est. In tutto la linea delle coste ammonta a 83.000 chilometri ed è caratterizzata da profonde rientranze, meglio note come fiordi. Ci sono circa 150.000 piccole isole lungo la costa norvegese e ci sono tantissimi scogli che affiorano dal mare. La linea costiera norvegese è una delle più lunghe e frastagliate del mondo.

Il paesaggio norvegese è composto da altipiani con montagne dalle cime frastagliate che si alternano a valli fertili. Molte cime sono coperte dai ghiacciai.
Lo Jostedalsbreen è il più grande ghiacciaio d'Europa. Il nord della Norvegia è coperto dalla tundra artica e l'area viene anche chiamata "Finnmark"dove anche durante l'estate il terreno è ghiacciato. In tutto, i due terzi del paese sono coperti da montagne. Il Galdhoppigen (2469 metri) è la montagna più alta in Norvegia mentre il lago più profondo è l'Hornundalsvatnet, con i suoi 514 metri di profondità.

Oslo è la capitale della Norvegia. Le altre città più importanti si trovano sulla costa o sui fiumi, come Trondheim e Stavanger. Bergen è anche un porto ed è una delle città più vecchie della Norvegia.

Il clima norvegese è temperato sulle coste. Ciò è dovuto all'influenza delle correnti atlantiche. L'entroterra ha un clima più freddo, sia d'inverno che d'estate. Ci sono anche meno precipitazioni in confronto alle zone costiere. Sulla costa occidentale ci sono precipitazioni durante tutto l'anno. Ad est della Norvegia ci sono alcune aree molto asciutte dove difficilmente piove. Il nord ha un clima sub-artico: in inverno le temperature possono raggiungere i -40°C. Comunque le temperature basse sono sopportabili, grazie ai venti temperati. Il nord del paese è noto anche come "la terra del sole di mezzanotte" e si trova al di sopra del circolo polare artico. Questo significa che in inverno c'è un lungo periodo di buio (perchè il sole non sorge). In estate, c'è un periodo in cui il sole non tramonta.

Traffico ed Infrastrutture

Il sistema di trasporto più importante in Norvegia è la navigazione. I traghetti sono molto richiesti. Dalla Norvegia, si possono prendere traghetti verso Danimarca, Germania, Paesi Bassi ed Inghilterra. Molti traghetti trasportano anche le macchine. I porti norvegesi più importanti sono: Arendal, Bergen, Bodø, Drammen, Flekkefjord, Fredrikstad, Florø, Grimstad, Halden, Hammerfest, Harstad, Haugesund, Horten, Kragerø, Kristiansand, Kristiansund, Larvik, Mongstad, Moss, Narvik, Oslo, Porsgrunn, Sandefjord, Sandnes, Skien, Sortland, Stavanger, Tromsø, Trondheim, Tønsberg, Vadsø, Vardø ed Ålesund.

I trasporti pubblici nono sono molto frequenti. Ci sono molti collegamenti ferroviari tra Oslo e molte altre località. La linea ferroviaria più lunga va fino a Bodø. La rete ferroviaria della Norvegia è lunga 4.000 km. Attualmente, Narvik è il posto più al nord al mondo con un collegamento ferroviario. Da Narvik, partono i treni verso la città svedese di Kiruna. Viaggiare in treno è un modo relativamente economico per visitare la nazione. Inoltre, è comodo ed offre grandiosi panorami. In Norvegia, ci sono quattro tipi di treni. Il Signatur è un treno veloce per le grandi distanze. Agenda è il treno per le distanze di medio raggio. Il Lokaltog arriva ad Oslo ed il Flytoget è il treno veloce ed economico che va dall'Aeroporto di Gardermoen ad Oslo.

La compagnia nazionale di autobus, la Nor-Way Bussekspress, offre una grande rete di autobus espressi. Inoltre, ci sono diverse compagnie che offrono servizi nazionali, regionali e locali. Molte persone preferiscono usare i propri mezzi piuttosto che quelli pubblici che infatti non arrivano nelle località più remote, a differenza di un'auto a noleggio. In Norvegia, si guida sul lato destro della strada ed i limiti di velocità sono indicati in chilometri e vengono applicati rigorosamente e si raccomanda di rispettarli per la propria incolumità. La Norvegia ha regole più ferree in Europa in materia di guida in stato di ebrezza. Bisogna ricordarlo bene! Inoltre, le cinture di sicurezza sono obbligatorie ed i fari devono essere sempre accesi. La qualità delle strade in Norvegia è buona. Comunque, non sono ampie e ci sono molti caselli per il pedaggio.

Molti turisti arrivano in Norvegia in aerero. L'aeroporto più importante è quello di Oslo, Oslo Gadermoen. Questo aeroporto offre sia voli interni che internazionali. Altri aeroporti importanti sono l'Aeroporto di Oslo Fornebu, l'Aeroporto di Trondheim Vaernes e l'Aeroporto di Bergen Flesland. Dal momento che la Norvegia è un paese abbastanza grande, ci sono anche molti collegamenti interni. SAS e Norwegian sono le due compagnie aeree concorrenti che offrono voli interni.

Fuso Orario

La Norvegia segue l'Orario dell'Europa Centrale (CET - GMT +1). L'ora legale è valida da aprile ad ottobre, durante la quale l'orologio viene spostato un'ora avanti.

Cibi e bevande

Grazie all'abbondanza di pesce in Norvegia, il paese ha molti piatti a base di pesce. In particolare salmone, aringhe e le trote sono i pesci più comuni. Il pesce è affumicato, cotto, stufato o marinato.
Altre delizie norvegesi sono i "geitost" (formaggio di capra dolce), "spekemalt" (carne marinata o secca) e 'rømmegøt' (porridge di panna acida con zucchero e cannella).
I Norvegesi amano anche la carne e molti piatti sono a base di carne di remma, alce ed agnello. Il 'Kjøttkaker', ossia polpette di carne, è il piatto nazionale norvegese. Inoltre, la cucina norvegese utilizza anche molti latticini, come i deliziosi formaggi.

Attraverso tutto il paese si possono trovare panetterie dove si possono mangiare panini con i prodotti locali. Ci sono anche molti stand con molti altri snack. Cibo e bevande non sono economici in Norvegia. Bisogna prepararsi, per esempio, a pagare €3 per una tazza di caffè. Non è tradizione lasciare mance nei ristoranti, che sono spesso comprese nel prezzo. Anche l'acol è molto caro ed i liquori sono disponibili sono nei negozi statali. La birra, invece, può essere acquistata anche nei supermercati.

Alloggi

La qualità degli alloggi in Norvegia è molto alta. Si può scegliere tra un hotel o una camera in un appartamento privato. Inoltre, in tutto il paese ci sono più di 1.000 campeggi che variano in prezzo e qualità. Durante l'alta stagione è meglio prenotare in anticipo. La maggior parte degli hotel hanno tariffe speciali per i fine settimana e l'estate. Le case e gli appartamenti possono essere presi in affitto per brevi o lunghi periodi. Per gli amanti delle passeggiate o delle arrampicate, sono disponibili anche delle baite. Per poter assaporare realmente la cultura norvegese, si può anche scegliere di alloggiare in un'autentica pensione, una tradizionale casa di pescatori o in una fattoria.

Fonti Esterne

Per maggiori informazioni sulla Norvegia, si consiglia di consultare Google e le seguenti fonti esterne: