Noleggio auto Spagna

Risparmia tempo e soldi. Confrontiamo le offerte delle compagnie d'autonoleggio in Spagna al posto vostro.

Per poter usare questo sito il tuo computer deve accettare i cookies.

Confrontiamo tutti i fornitori più conosciuti
  • Hertz
  • Thrifty
  • Europcar
  • Budget
  • Avis
  • Alamo

Autonoleggio Spagna

EasyTerra Autonoleggio Spagna è un sito indipendente di comparazione di auto a noleggio. Il nostro sistema confronta i prezzi delle più famose compagnie d'autonoleggio dando la possibilità ai nostri clienti di prenotare un'auto a noleggio a un prezzo conveniente.

Recensioni recenti

Valutazione media: 9.1 di 10 Numero delle recensioni dei clienti: 46
Europcar Aeroporto di Alicante
“Servizio buono. ”

“Tutto è stato organizzato bene; lo useremo nuovamente. ”

28-08-2015 15:10
Europcar Aeroporto di Reus
“Estremamente soddisfatto con EasyTerra.”

“Uno dei maggiori vantaggi di EasyTerra è che pur pagando nei Paesi Bassi non si debbano pagare costi aggiuntivi. ”

28-08-2015 05:12

Informazioni sul luogo: Spagna

Introduzione

La Spagna si trova nel Sud-Ovest dell'Europa ed é una famosa meta di vacanze per molti turisti. Vi si trovano spiagge magnifiche e cittá storiche con architetture di notevole iportanza. Il paesaggio é molto vario e le temperature piacevoli. In parte grazie all'aumento dei turisti, la Spagna é diventata una delle economie piú importanti del mondo.

Storia

Nella Preistoria, la Spagna era abitata da diverse popolazioni. I Romani riuscirono a conquistare l'intera penisola iberica nel II secolo a.C. e vi regnarono fino al V secolo d.C.. I Visigoti (una popolazione della Germania) presero il potere per essere poi rapidamente rimpiazzati dai Mori (Musulmani d'Africa); nonostante ció il periodo romano ha creato le fondamenta per la cultura spagnola.

Al tempo dei Mori, vigeva una cultura Moro-spagnola che aveva Cordoba come centro. L'influenza islamica nel sud della Spagna é riscontrabile tutt'ora. Quando i Cristiani decisero di riprendere possesso della Spagna, prese il via un lungo processo. Nel 1212, i Mori vennero sconfitti ma la loro cultura continuó a coesistere con quella cristiana. Fu solo nel 1492 che la Spagnna venne riunita e gli Ebrei ed i Musulmani convertiti al Cristianesimo a costretti all'esilio (circa 120.000).

Come il Portogallo, la Spagna intraprese numerosi viaggi. Nel 1492, Cristoforo Colombo, veleggiando sotto le insegne spagnole scoprí la terra promessa, l'America. Durante il regno degli Asburgo nel XVI secolo, la Spagna divenne una potenza mondiale. Carlo V estese il suo potere su diverse nazioni. Nel XVII secolo (l'Etá dell'Oro spagnola), il regno controllava diversi paesi dell'Europa (come l'Olanda e il Belgio), cosí come paesi nel resto del mondo, come l'Argentina, il Cile e le Filippine.

Dopo l'Etá dell'Oro, la Spagna inizió a decadere: il paese venne devastato dall'inflazione e fu costretto a combattere molte guerre. Lentamente perse le sue colonie e con esse il potere internazionale. La caduta dell'impero una volta cosí potente diede vita ad un'autocritica molto forte. Era un periodo di instabilitá politica, povertá e differenze nazionali che alla fine portarono alla dittatura del generale Francisco Franco. La Spagna divenne una repubblica. Franco simpatizzava per i nazisti della Germania ed i nazisti dell'Italia. Nonostante ció, il generale riuscí a mantenere una posizione quasi neutrale durante la Seconda Guerra Mondiale.

Nel 1947, Franco restauró la democrazia ma il re venne nuovamente nominato. Nel 1955, la Spagna divenne membro delle Nazioni Unite il che mise fine agli anni di isolamento. Negli anni 60 l'economia spagnola si riprese ed il paese si trasformó gradualmente in una nazione moderna industrializzata con una fiorente industria del turismo. Nel 1975, il generale Franco morí e Juan Carlos I divenne il nuovo re della Spagna. Nel 1978, riuscí a trasformare la Spagna in una democrazia parlamentare. Negli anni 80, oltra alla Catalogna ed i paesi Baschi, altre regioni si dichiararono autonome ma per il movimento per la liberazione Basca, l'ETA, questo non era sufficiente e si sono ripetuti diversi attacchi terroristici.

Nel 1982, la Spagna divenne membro della NATO e nel 1986 membro della Comunitá Europea. Il nazionalismo radicale dell'ETA continuó a causare problemi ma nel 1998 venne annunciata una tregua con l'ETA. Dopo un solo anno, la situazione era tornata al periodo precedente la tregua. Anche il terrorismo internazionale ha causato diversi problemi. Nel 2004, Madrid venne colpita da diversi attacchi bomba. Inzialmente, venne incolpata l'ETA per questo, ma é piú probabile che dietro gli attacchi ci fosse Al-Qaeda, a causa dell'invio di truppe in Iraq da parte della Spagna, truppe che vennero ritirate subito dopo gli attacchi.

Societá e Cultura

La Spagna conta piú di 40 milioni di abitanti sparsi equamente in tutto il paese ma principalmente concentrati nelle aree urbane lungo le coste. A causa dell'occupazione da parte di diversi popoli, la popolazione spagnolo é molto eterogenea. Gli antenati sono, tra gli altri, Romani, Visigoti, Berberi, Celti e Vandali. Nel Nord-Est del paese, vivono i Catalani mentre nel Nord-Ovest i popoli Baschi e della Galizia. Inoltre, esiste una popolazione chiamata Gitani o zingari. Dagli anni 80, molti immigranti si sono trasferiti in Spagna: molti vengono da Sud America, Africa ed Europa Orientale. Questo grande flusso di immigranti ha contribuito alla crescita dell'economia della nazione.

La lingua ufficiale della Spagna é il Castigliano meglio conosciuta come "Spagnolo". É una lingua romanica che ha subito l'influenza del Latino cosí come di altre lingue. Anche le lingue regionali, come il Catalano, il Galiziano, il Basco e l'Araneano, vengono riconosciute come lingue, essendo parlate in grandi parti del paese. Inoltre, esistono anche diversi dialetti. Nelle aree turistiche, i residenti stranieri, cosí come gli impiegati nel ramo del turismo e i turisti di per sé, parlano anche Tedesco ed Inglese.

La religione principale é il Cattolicesimo, con piú dell'80% della popolazione. Quest'alta percentuale é in parte dovuta al generale Franco che forzava gli abitanti a convertirsi al Cristianesimo. Molte persone sono uffivcialmente Cattoliche ma non seguono le liturgie regolarmente. Oggi, sempre meno Spagnoli vengono attratti dalla Chiesa. Circa 4 milioni di persone non seguono piú una religione ed inoltre ci sono 800.000 musulmani. Sebbene la chiesa Romana-Cattolica si sia opposta ai matrimoni tra persone dello stesso sesso, la maggioranza della popolazione spagnola ha votato a favore. Questo mostra che l'influenza della chiesta sta svanendo. Le aree rurali sono piú arretrate rispetto alle cittá; i credenti ancora si recano in pellegrinaggio nelle mete sacre.

L'attuale cultura spagnola deriva dai tempi dei Romani anche se non é una cultura uniforme. Le diverse regioni (talvolta semi-autonome) spesso hanno una cultura ed una lingua proprie e non é raro che le persone si sentano legate nello stesso modo alla cultura regionale e a quella nazionale. Gli Spagnoli sono famosi per il loro carattere molto amichevole; ci sono feste nazionali celebrati in maniera molto entusiastica e, nonostante le proteste, le corride vengono ancora permesse. Il paese é noto anche per gli artisti famosi: l'architetto Antonio Gaudí, famoso in tutto il mondo, per esempio. Molti conoscono anche Pablo Picasso e Salvador Dalí.

Situazione Politica

La Spagna é una monarchia costituzionale. Dal 1975, il re di Spagna é Juan Carlos. Il re possiede l'immunitá e ha influenza in diverse questioni. Il parlamento spagnolo é costituito da due camere: il Congresso dei Rappresentanti ed il Senato. Il Congresso conta 350 membri eletti ogni quattro anni. Possono votare tutte le persone con minimo 18 anni. Al Senato ci sono 259 rappresentanti eletti dalle regioni. Il Congresso elegge il primo ministro che attualmente é José Luis Rodriguez Zapatero. Il suo partito, il Partito Socialista dei Lavoratori Spagnoli ha vinto le elezioni nel 2004.

In pratica, la Spagna può essere considerata una federazione di comunità autonome in cui il potere è decentralizzato. Le diverse comunità o regioni hanno, per esempio, un unico sistema sanitario e per l'istruzione. Persino le leggi cambiano di regione in regione, alcune delle quali però richiedono un'autonomia ancora maggiore. Questo si applica principalmente alle regioni dominate politicamente dai partiti nazionali; un buon esempio è dato dai paesi Baschi.

La Spagna è stato il primo paese della Comunità Europea che ha effettuato il referendum sulla Costituzione Europea. La maggior parte degli abitanti ha dimostrato un atteggiamento positivo verso la creazione di una possibile Costituzione Europea, la quale tuttavia ancora non è stata proclamata. Molti altri paesi dell'UE hanno rifiutato la Costituzione.

Economia

In Spagna l'industrializzazione è iniziata tardi, infatti per molto tempo il paese si è basato soprattutto sull'agricoltura. E' stato solo a partire dagli anni 50 che l'industria si è sviluppata, insieme al settore dei servizi ed ora il turismo rappresenta una buona fonte di guadagno.

A causa della rapida crescita economica, la struttura della popolazione che lavora è cambiata: mentre nel passato circa il 50% della popolazione lavorava nei campi, ora la percentuale è diminuita notevolmente (7%). In tutto il paese si producono cereali ma si esportano soprattutto vino e olio d'oliva. Inoltre, si esportano anche agrumi, mais, lino, tabacco e cotone.

Le industrie più importanti si trovano, tra i tanti posti, a Barcellona, Madrid, Valenza, Vizcaya e Saragozza. In particolare le raffinerie di petrolio e la produzione di sostanze chimiche, mezzi di trasporto e materiale elettrico sono parti importanti dell'industria spagnola. Germania, Francia, Olanda, Gran Bretagna, Italia e gli Stati Uniti sono importanti partners commerciali.

La Spagna è cresciuta fino a diventare una delle più importanti economie europee. Il PIL pro capite, l'aspettativa di vita e la qualità della vta sono molto alte. Il paese è uno dei membri leader dell'Unione Europea. Nel 1999, la Spagna è stata uno dei primi paesi ad adottare l'Euro come valuta nazionale. Il periodo di governo deel primo ministro Aznar è stato caratterizzato da liberalizzazioni, privatizzazioni e deregolazioni il che ha avvantaggiato l'economia ed abbattuto la disoccupazione. L'attuale primo ministro Rodriguez Zapatero tende ad incoraggiare l'innovazione, la ricerca e lo sviluppo ed inoltre, combattere le frodi e ridurre l'intervento del governo.

Geografia e Clima

La Spagna si trova nel Sud Ovest dell'Europa ed, insieme al Portogallo costituisce la Penisola Iberica. La superficie totale del paese è di circa 505.990 chilometri quadrati. La capitale della nazione è Madrid. Francia, Portogallo e Marocco (separato dallo Stretto di Gibilterra) rappresentano i paesi confinanti. In totale la Spagna possiede una costa lunga circa 5.000 km. Gli arcipelaghi, le Baleari, le Isole Canarie e le Isole Pitiuse appartengono alla Spagna così come Ceuta e Melilla (due colonie spagnole in Marocco).

L'interno della Spagna è dominato da grandi altipiani e catene montuose, come i Pirenei e la Sierra Nevada. Molti fumi nascono da queste catene, per esempio il Tago, l'Ebro e il duero. Madrid è la capitale situata più in alto in Europa. Il Mulhacén è la cima montuosa più alta della Spagna continentale; si trova nella Sierra Nevada ed è altro 3.482 metri. Le uniche pianure si trovano vicino le aree costiere, per esempio in Andalusia e vengono chiamate pianure Andaluse. Il Mar Mediterranei, il Golfo d Biscaglia e l'Oceano Atlantico bagnano le coste della Spagna.

A causa del panorama irregolare, il clima non è uniforme. Ci sono grandi differenze climatiche tra le varie regioni della Spagna. All'interno, il clima è prettamente continentale dove gli inverni sono freddi e le estati calde. Durante l'estate, le temperature posso arrivare a 40°C. Nell'est della Spagna, sulla costa, il clima è mediterraneo con estati calde e secche e inverni miti con poca pioggia. La costa settentrionale ha un clima marittimo moderato. Le estati sono fresche e gli inverni miti. Le precipitazioni sono relativamente abbondanti e come risultati le aree sono molto verdi. Le estati qui non sono molto calde mentre gli inverni sono molto freddi. Le Isole Canarie hanno un clima sub-tropicale e vi splende il sole tutto l'anno. In estate la temperatura media è di 27°C mentre nel resto dell'anno è di circa 22°C. Questo rende le isole una meta di vancanze molto popolare per i turisti.

Traffico ed Infrastrutture

La Spagna possiede più di 100 aeroporti e non meno di 33 forniscono voli internazionali. Gli aeroporti più importanti sono Bajaras a Madrid e l' Aeroporto di Barcellona.E' una compagnia statale e fornisce sia voli nazionale che internazionali. Altri aeroporti importanti in Spagna, tra gli altri, sono l' Aeroporto di Alicante, l' Aeroporto di Girona, l'Aeroporto di Malaga, l' Aeroporto di Siviglia e l' Aeroporto di Valencia.

La rete ferroviaria spagnola è controllata dalla compagnia statale REBFE. L'intera rete copre circa 13.000 km. Paragonata al resto dell'Europa, i biglietti dei treni sono economici. Ci sono collegamenti ferroviari tra quai tutte le città in Spagna. In media, questi treni viaggiano a circa 200 km/h il che significa che si arriva presto a destinazione. In molte città è anche possibile viaggiare in metropolitana.

Ci sono molte compagnie di autobus in Spagna, sia private che pubbliche. La qualità del servizio è spesso elevata. I collegamenti tra le città sono buoni ma nelle aree rurali gli autobus sono di meno così come sono meno frequenti anche di domenica. Comunque viaggiare in autobus spesso è economico e ragionevolmente comodo.

Molte autostrade spagnole hanno i caselli per pagare. La rete stradale copre circa 317.000 km, 2.000 dei quali sono di recente costruzione. Le autostrade principali vanno dalla Francia verso Alicante.Si guida sul lato destro della strada.

Barcellona, Valenza, Palma di Maiorca, Malaga, Cadice, Las Palmas e Tenerife rappresentano i porti più importanti in Spagna. La Transmediterranea è la compagnia di traspoto navale più importante. I traghetti collegano, tra gli altri posti le Baleari, il Nord-Africa e le Canarie.

Fusi Orari

La Spagna ha il fuso orario GMT +1 (CET) mentre le Canarie (come il Portogallo) seguono il GMT.Durante l'estate l'orologio si sopsta un'ora avanti.

Cibo e bevande

Non solo i paesaggi e il clima sono vari. Anche la cucina spagnola offre una grande varietà di cibi ed è influenzata da culture diverse. Ogni regione ha le proprie specialità. I prodotti usati in tutto il paese sono il vino, il formaggio, i legumi, il riso e le verdure. La Paella è il famoso piatto con riso e frutti di mare. Le tortillas spagnole (frittate di patate) ed il Gaspacho (zuppa fredda di pomodoro) possono essere gustate ovunque. Le Tapas sono una delicatezza spagnola. Sono piccoli snack serviti ufficialmente nel momento tra il pranzo e la cena. Le tapas hanno fatto presa anche all'estero dove si trovano diversi bar per le tapas. I piatti spagnoli sono spesso semplici ma di alta qualità ed il cibo è sempre fresco.

La Spagna è anche famosa per i gustosi vini, di cui il più tipico è per esempio la Sangria (vino con la frutta). Anche il Rioja viene servito ovunque. Molti Spagnoli bevono vino da tavola economico ai pasti. Altre bevande spagnole molto nore sono l'Horchata (una bevanda a base di latte) e la Clara (birra mista a soft drink). In genere, la birra spagnola non è molto forte e si trova sia la birra del posto che straniera.

In Spagna, è uso mangiare due pasti caldi al giorno. Il pranzo è alle 15 circa e la cena intorno alle 21. E' importante ricordarlo quando si è alla ricerca di un ristorante. Le mance in genere sono incluse nel conto anche se è buon uso lasciare degli spiccioli sulla tavola.

Alloggi

A causa della presenza di numerosi turisti, ci saranno molti hotel per tutti i gusti. La qualità degli hotel è ragionevole e spesso si riceve un benvenuto caloroso. I campeggi vanno dai molto semplici ai più lussuosi. Gli ostelli della gioventù sono un modo relativamente economico di passare la notte anche se non se ne trovano molti in Spagna e principalmente nelle città principali. Inoltre, è possibile affittare un cottage per le vacanze da privati o tramite agenzia. Una forma di alloggio tipicamente spagnola è la "parador", un alloggio di proprietà dello stato che permette di venire a contatto con la cultura spagnola. Le paradores si trovano spesso in posti favolosi e possono trovarsi sia in edifici moderni che antichi.

Fonti esterne

Per maggiori informazioni riguardo la Spagna si consiglia di consultare Google e le seguenti fonti: