Noleggio auto Islanda

Risparmia tempo e denaro. Confrontiamo le offerte delle compagnie di autonoleggio in Islanda al posto tuo.

Inserire città o codice aeroporto
Confrontiamo tutti i fornitori più conosciuti

Autonoleggio Islanda

  1. Home
  2. Islanda

EasyTerra Autonoleggio Islanda è un sito indipendente di comparazione di auto a noleggio. Il nostro sistema confronta i prezzi delle più famose compagnie di autonoleggio dando la possibilità ai nostri clienti di prenotare un'auto a noleggio a un prezzo conveniente.

Recensioni recenti

Valutazione media: 8.8 di 10 Numero delle recensioni dei clienti: 2
Klant Procar Aeroporto internazionale di Keflavik
“Trasparente e d'aiuto”

“Sito web chiaro e il servizio clienti risponde velocemente nel caso in cui una prenotazione debba essere modificata. Anche lo staff al bancone è molto cordiale nel caso si abbiano delle domande. ”

26-05-2015 19:14
Jörgen Hofman Budget Aeroporto internazionale di Keflavik
“Buono, trasparente e completo”

“Abbiamo già usato EasyTerra due volte per affittare una macchina in Islanda e in entrambi i casi è stata la soluzione più economica. ”

17-03-2015 10:47
Francisca Sterk Procar Aeroporto internazionale di Keflavik
“Ogni cosa ben organizzata.”

“Prenotare è facile. Le disposizioni per ritirare la macchina sono ben organizzate e le macchine sono buone. L'ultima volta, a febbraio, ho persino ottenuto un upgrade. ”

10-03-2015 13:25

Informazioni sul luogo: Islanda

Introduzione

L'Islanda è conosciuta per i suoi bellissimi paesaggi: ghiacciai, neve, vulcani e geyser fanno parte della pittoresca isola. Il paesaggio è irregolare, vergine e molto esteso, e specialmente per gli amanti della natura, questa è definitivamente una nazione da visitare. L'Islanda ha molte specie di pesci e uccelli. La capitale Reykjavík offre una varia gamma di ristoranti, negozi e musei. Gli amanti dello sport potranno cavalcare, pescare, camminare o andare in bicicletta, e durante l'inverno potranno andare in snowscoot e in camminate organizzate nei ghiacciai.

Storia

Milioni di anni fa, in conseguenza a eruzioni vulcaniche, nacque un'isola nell'Oceano Atlantico, attualmente conosciuta come Islanda. Non si sa bene chi scoprì l'isola e chi la abitò per primo, ma molti credono che siano stati i monaci irlandesi a stabilirsi qui nel VIII secolo prima di Cristo come primi abitanti.

Dopodiché arrivarono i vichinghi, che si stabilirono in vari luoghi lungo la costa; i vichinghi costituirono un parlamento e cominciarono a promulgare e attuare leggi: gli diedero il nome di Althing, ed è considerato il parlamento più vecchio del mondo.

Nel 1262 Islanda perse l'indipendenza perché fu sottomesso dalla Norvegia. Dopodiché, quando alcuni secoli più tardi la Norvegia e la Danimarca unificarono i loro regni in una monarchia, l'Islanda cadde sotto il potere danese. Aspettarono molto tempo prima di tornare ad essere indipendenti, e fino a quel momento gli islandesi furono obbligati alla fede luterana, e a commerciare solamente con la Danimarca.

Solo nel 1918 l'Islanda diventò indipendente, ma nonostante ciò rimase legata alla Danimarca, con lo stesso re. Nel 1944 si proclamò la repubblica d'Islanda. La Danimarca in quel momento era occupata dalla Germania. Due anni dopo, l'Islanda entrò nelle Nazioni Unite.

L'Islanda diventò poi membro della EFTA: Accordo Europeo di Libero Scambio. Nel 1993 si concluse un accordo tra i paesi della EFTA e della Comunità Europea. L'Islanda si garantì il libero accesso ai mercati del pesce europei.

Società e cultura

L'Islanda è il paese meno popolato in Europa, non ci vivono nemmeno 300.000 persone e solamente il 20% dell'isola è abitabile (la costa meridionale e occidentale). Più della metà degli abitanti vive attorno alla capitale, Reykjavík. Le altre tre città più grandi dell'isola sono Kópavogur, Hafnarfjördur e Akureyri, e ospitano molti meno abitanti. La maggior parte dei cittadini islandesi sono discendenti dei vichinghi, altri sono di origine scozzese e irlandese, e gli stranieri arrivano soprattutto dalla Danimarca.

La Chiesa Luterana Evangelica è la religione principale del paese, e gli islandesi cominciano a far parte di questa chiesa al momento della nascita; oltre l'85% degli abitanti è evangelico luterano, mentre il resto della popolazione è cattolica o protestane, e il 3,6% appartiene alla Libera Chiesa Luterana di Reykjavík e Hafnarfjörður.

La lingua nazionale è l'islandese, che è simile alla lingua originale dei vichinghi e contiene lettere che sono uniche in Europa. I suoni sono comunque un po' diversi; molti islandesi inoltre conoscono l'inglese e il danese.

Un aspetto importante della cultura islandese sono i miti e le leggende che sono passati di generazione in generazione, storie che trattano di troll, elfi, fantasmi, regine vichinghe e dei germanici; questa letteratura islandese medievale ha contribuito alla cultura mondiale.

Situazione politica

Nel 1944 si autoproclamò la repubblica d'Islanda; l'isola è una democrazia parlamentare con un presidente che, insieme al parlamento (Althing) dispone del potere legislativo. Il parlamento ha 63 membri che possono essere eletti dal popolo per 4 anni massimo. I votanti sono tutti i cittadini maggiori di 18 anni.

Il governo ha invece il potere esecutivo; il potere giudiziale è nelle mani delle corti e del Consiglio Superiore. Il presidente nomina i ministri; dal 1996 il presidente islandese è Ólafur Ragnar Grímsson, il quinto presidente fino adesso. Il mandato del presidente è di 4 anni ma può essere rieletto in modo indefinito.

Economia

La pesca è l'industria principale del paese. Più del 70% delle esportazioni è di questo settore, e lo svantaggio dell'isola è che questo tipo di economia non è sempre stabile. I prezzi del pesce fluttuano abbastanza, quindi le entrate variano. Grazie all'estensione dell'area di pesca, ora l'economia sta crescendo. Le specie principali sono il merluzzo e l'aringa: il primo è congelato, seccato o salato, mentre l'aringa è utilizzata specialmente per l'olio di pesce.

Il suolo islandese è quasi inusufruibile per l'agricoltura: nonostante ciò ci sono piccole aree dove si riesce a coltivare patate, barbabietole da zucchero, e cavoli; ci sono inoltre alcune fattorie che producono latte e carne. L'energia è utilizzata per fornire elettricità e acqua calda alle famiglia, e grazie alle aree vulcaniche dell'isola, metà dell'energia utilizzata è geotermica, che sfrutta la differenza del calore tra la superficie della terra e le risorse geotermiche profonde.

I principali prodotti importati nell'isola sono macchinari, equipaggiamenti per il trasporto, petrolio, alcool e tabacco. Il commercio si sviluppa soprattutto con la Gran Bretagna, la Germania, il Giappone, la Danimarca, la Svezia e la Norvegia.

Lo standard di vita dell'isola è molto alto, la valuta è la corona (ISK). Cento corone islandesi equivalgono a 1,23 €.

Geografia e clima

L'Islanda è un'isola dell'Oceano Atlantico, situata tra la Groenlandia e la Norvegia. È il paese più occidentale dell'Europa e la sua capitale è Reykjavík, la capitale più settentrionale del mondo. L'area totale del paese è 103.000 km², e solo un quarto di questo territorio è ricoperto di vegetazione, mentre il resto è fatto di deserti di sabbia e ghiaia, ghiacciai e suolo vulcanico.

L'Islanda si caratterizza per numerosi terremoti, eruzioni vulcaniche, ghiacciai e cascate: la cascata Glymur infatti (190 metri) è la più alta del mondo. Il ghiacciaio più famoso è il Vatnajökull, al sud dell'isola; è il secondo più grande d'Europa e la sua dimensione supera tutti i ghiacciai delle Alpi e della Norvegia messi insieme! L'isola è conosciuta anche per i suoi geyser; il nome stesso deriva da un geyser chiamato Geysir. Il vulcano Hekla è quello più famoso del paese, vecchio più di 7.000 anni.

Non esistono foreste in Islanda; per prevenire l'erosione del suolo, si piantano alberi. Per la posizione estremamente settentrionale e per il terreno difficile, non ci sono nemmeno molte specie di animali: i più comuni sono i pesci, gli uccelli, le volpi artiche, i pony e le pecore. Non si troveranno insetti che pungono, come vespe e api, in certi sensi un vantaggio per gli abitanti.

Islanda ha un clima instabile per l'influenza della Corrente del Golfo. Le estati sono corte e fresche e gli inverni sono miti. Luglio è il mese più caldo, con temperature attorno ai 10°C (nella costa). Gennaio è il mese più freddo e le temperature vanno sotto zero. All'interno dell'isola si gela. Durante l'inverno i giorni sono corti, mentre in estate praticamente non esiste il buio. Durante tutto l'anno ci sono nuvole, nebbia e precipitazioni, ma il momento migliore per visitare l'isola è dalla fine di maggio all'inizio di agosto.

Traffico e infrastruttura

Il miglior modo di visitare l'Islanda è noleggiando un'auto. I trasporti pubblici si limitano agli autobus e ai traghetti, non ci sono treni. Né gli autobus né i traghetti hanno orari comodi, solo durante l'alta stagione il trasporto pubblico è più esteso. Con un'auto noleggiato potrà avere l'opportunità di vedere molte parti dell'isola e scegliere il suo proprio cammino; comunque presti attenzione, ci sono regole molto severe per quanto riguarda l'uso di alcolici

Se vuole percorrere lunghe distanze potrà anche prenotare un volo domestico, un'alternativa abbastanza economica. Potrebbe combinarlo con l'auto a noleggio. Se volesse guidare al di fuori dei cammini stabiliti, dovrà noleggiare un fuoristrada.

In Islanda arrivano i voli di varie compagnie. L'isola ha due aeroporti: a Reykjavík c'è un aeroporto per voli domestici e voli per la Groenlandia e le Isole Faroe, mentre l'aeroporto internazionale di Keflavik è situato presso la penisola Reykjanes, vicino a Reykjavík.

Anche la barca è un mezzo di trasporto importante. La maggior parte delle città si trova lungo la costa e perciò dispongono di vari porti. Reykjavík ha due porti: Sæbraut e Sundahöfn; il primo è utilizzato soprattutto per navi da crociera e per viaggi giornalieri, l'altro per trasporto merci.

Tradizioni culinarie

L'Islanda ha vari piatti unici nel loro genere, anche se di solito la cucina è influenzata dalla tradizione danese. I piatti islandesi sono conosciuti soprattutto per l'uso del pesce. Una specialità è lo Hakarl, carne di squalo marcia! La carne si lascia per vari mesi al di sotto della terra per marcire e perciò non è più pericolosa per la salute, il piatto ha un forte odore di ammoniaca ma è molto popolare in Islanda.

Un'altra specialità è lo Svid, la testa di pecora bollita con ancora gli occhi attaccati; effettivamente sembra che siano proprio gli occhi e la lingua delle parti buonissime... L'Hardfiskur, un eglefino, è di solito mangiato come uno snack con un po' di burro. Si mangia anche il sanguinaccio di sangue e di fegato, che è un misto di sangue e fegato di pecora con farina, sugna e spezie. Ci sono anche molte altre strane specialità che non si trovano in ogni ristorante e sono consumate soprattutto in occasioni speciali.

Il Brennivín è un liquore tradizionale, fatto di patate e molto amaro; è chiamato infatti la "morte nera". In Islanda si beve inoltre moltissimo caffè, e non è difficile trovare una bella terrazza per bere una tazza di caffè. L'alcool è molto caro ed è stato permesso sull'isola solo da 20 anni; nemmeno cenare è molto economico, e anche se non si usa lasciare la mancia, questa è spesso inclusa nello scontrino.

Alloggio

l'Islanda è un paese dove il campeggio è molto popolare, soprattutto nei mesi estivi. In alcuni luoghi si può addirittura stare in un campeggio gratuitamente. È molto comune portarsi i fornelli da campeggio. I campeggi sono aperti da metà giugno a metà settembre. In molti luoghi si potranno anche trovare vari hotel, per tutti i gusti, specialmente a Reykjavík e nei dintorni. Si può inoltre affittare case di vacanza in tutte le zone abitate, o addirittura si possono affittare alloggi in alcune fattorie. Per le persone che vogliono spendere meno, c'è la possibilità di dormire negli ostelli.

Fuso orario

L'Islanda ha un fuso orario GMT+ 0. Non ci sono differenze d'orario tra l'estate e l'inverno.

Collegamenti esterni

Per ulteriori informazioni sull'Islanda, consigliamo di visitare Google e le seguenti risorse:

Tutte le città in Islanda

EasyTerra Autonoleggio Islanda compara i prezzi delle compagnie di autonoleggio nelle seguenti città: