Noleggio auto Nuova Zelanda

Risparmia tempo e denaro. Confrontiamo le offerte delle compagnie di autonoleggio in Nuova Zelanda al posto tuo.

Inserire città o codice aeroporto
Confrontiamo tutti i fornitori più conosciuti

Autonoleggio Nuova Zelanda

  1. Home
  2. Nuova Zelanda

EasyTerra Autonoleggio Nuova Zelanda è un sito indipendente di comparazione di auto a noleggio. Il nostro sistema confronta i prezzi delle più famose compagnie di autonoleggio dando la possibilità ai nostri clienti di prenotare un'auto a noleggio a un prezzo conveniente.

Recensioni recenti

Valutazione media: 10 di 10 Numero delle recensioni dei clienti: 1
Wim Meijer Ezi-Rent Car Hire Aeroporto di Auckland
“Parabrezza in Nuova Zelanda”

“Noleggiato un'auto con EasyTerra ad Auckland, Nuova Zelanda. È stato tutto rapido e in ordine. Abbiamo ricevuto l'auto senza alcun problema e senza compilare troppi moduli. Per la prossima volta sarebbe più conveniente che uno non debba stampare la conferma di prenotazione, ma che bastasse semplicemente mostrarla sull'e-mail. Forse però EasyTerra non è responsabile di questo? La prossima volta consulterò il sito di EasyTerra prima di consultarne altri. ”

05-01-2015 12:34

Informazioni sul luogo: Nuova Zelanda

Introduzione

La Nuova Zelanda è il paese più isolato del mondo, e si trova nel Pacifico sud-occidentale. Il paese è conosciuto per i suoi meravigliosi e spaziati paesaggi; ci sono laghi puliti e blu, montagne con ghiacciai, foreste verdeggianti. vulcani e geyser, paludi, cascate e splendide spiagge. La natura da moltissime opportunità per tutti di rilassarsi e ricaricarsi. Anche coloro che amano le emozioni e l'avventura di potranno divertire in Nuova Zelanda; si può fare rafting, alpinismo, ciclismo, discesa a corda doppia e molti altri sport. Gli abitanti del paese sono molto amichevoli e ospitali.

Storia

Dal punto di vista storico la Nuova Zelanda è il paese più giovane del mondo: i primi abitanti si stabilirono qui solo 1.000 anni fa. I Maori sono considerati i primi abitanti del territorio, anche se si presume l'esistenza di altri abitanti prima di loro, ma senza prove. Secondo le leggende, i Maori scoprirono questi territori dopo aver lasciato la loro isola nativa Hawaiki (Polinesia) in cerca di nuove terre.

I Maori vissero della pesca e della caccia; chiamarono la Nuova Zelanda "Aotearoa", e la leggenda dice che il nome viene dal nome del navigatore Kupe che arrivò per primo e vide le nubi sopra di lui: infatti, "Aotearoa" significa "Terra con grandi nubi bianche".

La Nuova Zelanda fu scoperta poi ufficialmente dall'olandese Abel Tasman, che salpò in barca nel 1642 in cerca della Terra del Sud, ora chiamata Australia; questo era un compito che gli diede la Compagnia Olandese delle Indie Orientali . Invece di trovare l'Australia, Tasman scoprì un'isola sconosciuta, chiamata ora Tasmania. Tasman navigò verso l'estremo orientale, e trovò la costa occidentale dell'attuale Nuova Zelanda. Cercò poi di attraccare nella parte settentrionale dell'isola, ma fu cacciato dagli ostili Maori. Dopo che i Maori ebbero ucciso alcuni dei suoi uomini, Tasman lasciò il paese, senza aver sbarcato a terra.

Nel 1769 l'esploratore britannico James Cook ebbe successo e riuscì ad attraccare a terra e a relazionarsi con i Maori. Cook dichiarò il territorio una colonia inglese. Molte navi salparono dall'Europa per commerciare in Nuova Zelanda, e si produsse un disaccordo tra gli abitanti originali e i nuovi arrivati; nel 1840 si firmò il Trattato di Waitangi che dichiarò ufficialmente che Nuova Zelanda diventò una colonia britannica indipendente.

Fino al giorno d'oggi i Maori rivendicano che il paese appartiene a loro; non è ancora finita la contesa tra i Maori e i nuovi residenti, e ci furono anche momenti di conflitto cruento. Nonostante ciò i britannici terminarono la colonizzazione della Nuova Zelanda, e nel 1840 nacque la Compagnia della Nuova Zelanda, con prezzi fissi per la terra, e i profitti che si guadagnavano erano utilizzati per il viaggio dall'Europa alla Nuova Zelanda.

Nel 1846 il paese fu diviso in diverse province con i loro propri governatori; in questo modo tutte le province dovevano funzionare come uno stato indipendente. Nel 1865 Wellington divenne la capitale dello stato; nel 1893 le donne ricevettero il diritto al voto, per la prima volta in tutto il mondo. In Inghilterra le donne ricevettero lo stesso diritto soltanto 25 anni dopo. La Nuova Zelanda diventò una parte autonoma dell'Inghilterra.

Durante entrambe le guerre mondiali, vari militari neozelandesi combatterono al fianco dei britannici, e nel 1947 il paese divenne indipendente. Durante i primi anni dopo l'indipendenza la Nuova Zelanda rimase associata all'Inghilterra, ma presto si trasformò in una nazione industriale indipendente con un'economia di libero mercato. Negli ultimi anni si restituì di nuovo molta terra ai Maori, e la loro cultura è ora considerata una parte molto importante dell'attuale Nuova Zelanda.

Società e cultura

Circa 4 milioni di persone vivono in Nuova Zelanda, di cui solamente il 75% sono discendenti di europei (in particolare dall'Inghilterra). Gli abitanti del paese sono chiamati Kiwi. Circa il 10% sono Maori e il 5% polinesiani, e ci sono anche molti asiatici. Tre quarti della popolazione vive nell'Isola Settentrionale, e la maggior parte vive attorno alle grandi città.

La maggior parte dei neozelandesi sono cristiani: ci sono chiese anglicane, presbiteriane e cattoliche romane. Si possono trovare anche chiese protestanti, metodiste e mormone, oltre a comunità ebree, hindi e buddiste. Molti dei Maori hanno la loro propria fede cristiana: Ratana e Ringatu.

Ci sono due lingue ufficiali in Nuova Zelanda: l'inglese e il maori. L'inglese è il mezzo di comunicazione e ha il suo proprio accento neozelandese: le vocali sono pronunciate in modo piatto e si aggiungono al linguaggio anche varie parole e vari nomi. Il maori era scarsamente utilizzato, ma negli ultimi anni gli si sta prestando molta più attenzione. Si insegnano lezioni in maori in varie scuole; il suo alfabeto ha solo 15 lettere.

La cultura neozelandese è un ibrido della cultura inglese e maori. Gli abitanti della nazione hanno lo sport nel cuore; sono molto sportivi, e un po' meno dell'80% della popolazione pratica qualche sport. Il rugby è lo sport più popolare, seguito dal cricket e dal golf. I paesaggi offrono grandi opportunità per gli sport acquatici come ad esempio la navigazione, il surf e la pesca. La gente è anche fanatica degli sport d'avventura: alpinismo, discesa a corda doppia, rafting, parapendio: niente è troppo pericoloso per un vero kiwi!

I neozelandesi sono in genere amichevoli, e aperti a culture diverse. A loro piace bere nei pub locali: il paese è tra i primi tre paesi nel consumo di birra. La Nuova Zelanda è anche famosa per l'arte maori: impressionanti sculture decorative, tatuaggi peculiari e moltissima danza e canto.

Situazione politica

La Nuova Zelanda è una democrazia parlamentaria ma è anche una monarchia costituzionale: la regina Elisabetta II di Gran Bretagna è il capo dello stato. La regina è rappresentata dal Governatore Generale, per un periodo di 5 anni. La Nuova Zelanda non ha una costituzione codificata, perché la sua struttura costituzionale è basata su decisioni giuridiche.

Il parlamento è unicamerale, è chiamato la Casa dei Rappresentanti, ed ha 120 membri. È stipulato che almeno 5 dei membri devono essere maori. Dai 120 membri sono scelti i 20 ministri, che formano il gabinetto. Il primo ministro è il leader del gabinetto, che insieme al Governatore Generale forma il potere esecutivo. Il potere legislativo è formato dal Governatore Generale e dal parlamento.

Ogni 3 anni i membri del parlamento sono rieletti. Si sceglie la metà dei deputati per mezzo di elezioni e l'altra metà per liste di partito. Qualsiasi persona maggiore di 18 anni può votare, e si danno due voti: uno per il partito, e uno per la persona.

Helen Clark (del Partito Laburista di centro-sinistra) è il Primo Ministro dal 1999. Ci sono attualmente 7 partiti rappresentati nel governo. Il Governatore Generale del paese è Anand Satyanand (dal 2007). Nuova Zelanda è parte del Commonwealth delle Nazioni, delle Nazioni Unite, dell'APEC (Cooperazione Economica dell'Asia-Pacifico), della OECD (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) e dell'ANZUS (Trattato di Sicurezza dell'Australia, della Nuova Zelanda e degli Stati Uniti).

Economia

L'economia della Nuova Zelanda è centrata sull'importazione ed esportazione di beni; più della metà della sua superficie totale è utilizzata per l'agricoltura. Le esportazioni sono quindi principalmente di prodotti agricoli come la lana, la carne e i latticini. Il settore agricolo fornisce più del 50% degli ingressi totali delle esportazioni. I principali prodotti importati sono macchinari, veicoli e prodotti elettronici. I partner commerciali più importanti sono l'Australia, gli Stati Uniti e il Giappone. Per mezzo di impianti idroelettrici e termoelettrici la nazione è autosufficiente per le proprie necessità energetiche.

Due settori che sono sempre più importanti per l'economia sono l'industria cinematografica e il turismo. La natura spettacolare e i vasti paesaggi offrono molte possibilità per i film; per esempio, qui si girò in parte la trilogia "Signore degli Anelli". Ogni anno il paese attrae sempre più turisti; la Nuova Zelanda tiene molto in considerazione il mondo naturale, e nel 1991 si creò una legge, il "Resource Management Act" che obbliga qualsiasi persona (incluso i turisti) di trattare l'ambiente in modo giusto. 

A partire dal 1967 la valuta della Nuova Zelanda è il dollaro (NZD) conosciuto anche come il "dollaro-kiwi". Un dollaro neozelandese è circa 55 centesimi di Euro.

Geografia e clima

La Nuova Zelanda è il paese più isolato del mondo; la nazione più vicina è l'Australia, anche se sono distanti 2.000 km. La Nuova Zelanda consta di due parti: l'isola settentrionale e l'isola meridionale, separate dallo stretto di Cook (che viene da James Cook). La superficie totale delle due isole è 268.000 km².

Nonostante l'Isola settentrionale sia molto più piccola dell'Isola meridionale, tre quarti della popolazione vive nella prima. Auckland ha più di un milione di abitanti, e la capitale Wellington, la segue con circa 350.000 abitanti. Altre grandi città dell'Isola settentrionale sono Taupo, Gisborne, Rotorua, Coromandel, Hamilton, Napier, Hastings e New Plymouth. L'Isola settentrionale ha una superficie totale di 114.453 km². In quest'isola ci sono molti vulcani, geyser e sorgenti termali.

L'Isola meridionale ha un'area totale di 150.718 km². Le Alpi meridionali sono la separazione naturale tra la costa occidentale e orientale, e il Monte Cook è il picco più alto del paese, con 3.754 metri. La città più grande dell'Isola meridionale è Christchurch, con 335.000 abitanti; altre città grandi sono Dunedin, Invercargill, Greymouth, Nelson, Queenstown e Wanaka. L'Isola meridionale non ha vulcani, ma bensì fiordi e ghiacciai. La maggior parte dei fiordi si trovano nella regione Fiordland (sud-ovest).

La maggior parte della Nuova Zelanda ha un clima marittimo moderato. Gli inverni sono tiepidi e le estati sono calde. Le precipitazioni sono distribuite durante tutto l'anno. La temperatura è più alta nell'Isola settentrionale che nell'Isola meridionale, e nelle regioni montane come nelle Alpi meridionali, c'è un clima sub-polare. La parte occidentale è molto più umida che la orientale, nell'Isola meridionale. In tutto il paese, l'estate è da dicembre a febbraio, mentre giugno, luglio e agosto sono i mesi invernali.

Traffico e infrastruttura

È possibile viaggiare con trasporti pubblici in Nuova Zelanda; sia gli autobus sia i treni sono collegamenti tra grandi città e aree turistiche. I sistemi ferroviari non sono molto estesi a causa del paesaggio collinoso. Ci sono 4 ferrovie che collegano le principali città: Auckland-Rotorua-Tauranga-Wellington, Wellington-Napier, Picton-Christchurch e Christchurch-Greymouth/Invercargill. Il vantaggio di viaggiare in treno è che non si fermano, e che di solito hanno degli interni confortevoli.

Per coprire lunghe distanze potrà anche scegliere di viaggiare in autobus. Le due compagnie principali sono InterCity e Newmans Coachlines. È possibile comprare un biglietto anche volendo fare molti viaggi, poiché risulta più economico.

Il trasporto via imbarcazione è molto importante in Nuova Zelanda. Ci sono porti per trasporto merci ma anche servizi di traghetti per distanze più corte. I principali porti sono Whangarei, Wellington, Auckland, Picton, Lyttelton e Tauranga. Il passaggio da un'isola all'altra (da Picton a Wellington) è possibile in traghetto, grazie alla compagnia Interislander Ferry. I traghetti partono anche da altri luoghi come ad esempio Bay of Islands, Rawene e Invercargill.

Le grandi distanze sono coperte in aereo; la compagnia aerea principale è Air New Zealand, che offre sia voli domestici sia internazionali. Ci sono aeroporti internazionali ad Auckland, Christchurch e Wellington. Altre compagnie aeree domestiche sono Origin Pacific e Virgin Blue. I voli con queste compagnie sono spesso più economici ma dovranno essere prenotati con tempo.

La Nuova Zelanda potrebbe essere esplorata anche con la macchina o con il camper. Con una macchina si possono raggiungere aree remote, e si potrà vivere una sensazione incredibile di libertà. La rete stradale è di approssimativamente 93.130 km ed è generalmente in buone condizioni. Fuori dalle grandi città le strade possono essere molto tranquille, e si consiglia di portare molto carburante. Nella Nuova Zelanda si guida a sinistra. La velocità massima al di fuori delle aree urbane è di 100 km/h.

Tradizioni culinarie

La cucina kiwi ha molta influenza britannica; per esempio, uno dei piatti nazionali è il "fish&chips". Si consumano inoltre molti panini e torte salate (quiche). La colazione dei neozelandesi è simile alla colazione inglese: uova cotte con pancetta e fette biscottate con marmellata. Grazie al bestiame del paese si consuma molta carne; l'agnello è molto popolare. La cucina ha anche una gran varietà di piatti con pesce e frutti di mare.

A causa dell'arrivo degli immigranti, si possono trovare molti piatti di altri paesi. Nelle grandi città si possono trovare ristoranti asiatici e polinesiani. Alla popolazione della Nuova Zelanda piace molto la frutta e la verdura; non solo i kiwi, ma anche fragole, pesche, ciliegie. I Maori hanno il loro proprio metodo di preparazione dei cibi, chiamato "hangi": pozzi di vapore caldo dove si stufano le verdure, la carne e il pesce.

La Nuova Zelanda non ha molti ristoranti. I residenti preferiscono un pranzo veloce in un fast-food, in uno snack bar o in un caffè. Sia in Australia sia in Nuova Zelanda ci sono ristoranti BYOB, che letteralmente significa "Portare le bottiglie da sé"; si può portare al ristorante le proprie bevande. La mancia non è obbligatoria ma è comune, e ovviamente apprezzata.

I neozelandesi sono conosciuti per il consumo di birra. Le birre nazionali sono la Lion Red, la Steinlager e la DB Draught. Nelle grandi città ci sono molti pub; ci si ritrova in questi luoghi dopo il lavoro, per una birra. Durante il giorno si beve di solito il tè. Come gli inglesi, anche i neozelandesi bevono il tè con latte. Il vino è divenuto da poco molto famoso; il clima del territorio interno si presta bene alla coltivazione di vigneti. Le regioni famose per il vino sono Hawke’s Bay e Martinborough nell'Isola settentrionale, e Wairau Valley e Waipara Valley in quella meridionale.

Fuso orario

La Nuova Zelanda ha un fuso orario GMT+ 12. Tutto il paese ha solo un fuso orario; la prima domenica di ottobre l'orologio è spostato un'ora avanti (orario invernale), mentre la terza domenica di marzo l'orologio si sposta indietro di un'ora (orario estivo).

Alloggio

Gli hotel in Nuova Zelanda sono abbastanza standard; sono confortevoli e buoni, ma non molto speciali. Gli hotel più grandi e lussuosi si trovano nelle città principali; ci sono anche delle logge nei parchi naturali dove si può pernottare; di solito, queste si trovano presso un lago, un fiume o una spiaggia. Il servizio qui è eccellente, ma non è un alloggio economico. Molti turisti scelgono altre opzioni, per esempio i campeggi tutto intorno al paese, nelle località più uniche del territorio. È possibile montare una tenda, ma ci sono anche capanne e piccoli appartamenti in affitto. I turisti viaggiano per tutto il paese anche in camper; con un camper, si può pernottare in un campeggio ma anche in qualsiasi altro luogo. La maggior parte dei turisti, specialmente quelli giovani, dormono negli ostelli: ce n'è una grande offerta in tutto il territorio. La maggior parte degli ostelli in Nuova Zelanda sono comodi, puliti e abbastanza economici.

Collegamenti esterni

Per ulteriori informazioni sulla Nuova Zelanda, consigliamo visitare Google e le seguenti risorse: